Belotti, chiamata Roma. La storia del “Gallo” dall’Albinoleffe all’Europa League

Tutto sulla probabile novità dei giallorossi nella gara contro il Ludogorets

8 Settembre 2022

Redazione - Autore

Andrea Belotti, dopo 7 anni in cui ha segnato più di 100 reti, ha rescisso il suo contratto con il Torino e si è trasferito a Roma, alla corte di Mourinho. Una carriera ricca di soddisfazioni che, però, parte da molto lontano. I suoi primi gol, infatti, il “Gallo” li ha segnati quando era un ragazzino e vestiva la maglia dell’Albinoleffe: 1 in serie B e ben 12 nell’anno successivo in serie C. A distanza di tanti anni, nella serata di giovedì 8 settembre Belotti potrebbe partire titolare nella partita di Europa League con il Ludogorets, vista l’assenza di Abraham.

Belotti e l’Albinoleffe: il passato del “Gallo” in Lega Pro

Andrea Belotti non aveva nemmeno ottenuto il diploma di maturità che già aveva iniziato a fare gol tra i professionisti e esultare mimando la cresta del gallo. Le sue prime reti risalgono infatti alla stagione 2011-2012, con la maglia dell’AlbinoLeffe in Serie B, quando aveva appena 18 anni. Guarda caso a fare coppia con lui in attacco c’era Andrea Cocco, che proprio quest’estate è tornato a vestire la maglia dell’Albinoleffe dopo quasi 10 anni. La squadra, quell’anno, retrocesse e il “gallo” andò a fare esperienza in Serie C. Quello che ottenne fu sensazionale: 12 reti in 32 presenze nonostante la giovanissima età. Ovviamente attirò l’attenzione di tanti club importanti e a comprarlo fu il Palermo. Andrea tornò subito in Serie B: ad attenderlo c’era Gattuso (allenatore) e Paulo Dybala.

Dove giocano oggi gli ex compagni di Belotti all’Albinoleffe

Dopo la retrocessione dalla Serie B, Andrea Cocco lasciò l’Albinoleffe, direzione Verona. Una squadra ricca di talenti per il primo anno di Belotti in Lega Pro. A comporre il tandem d’attacco con lui c’era Simone Pontiggia, oggi in forza alla Casalese in Serie D. Completavano il reparto Mario Pacilli (oggi al Taranto) e Karamoko Cissé, che dopo tanti campionati di Serie B, quest’anno vestirà ancora la maglia del Padova. Nel centrocampo di quell’Albinoleffe spiccava, tra gli altri, il nome di Mattia Valoti: anche lui oggi gioca in Serie A, con la maglia del Monza. Suo compagno di reparto anche Anthony Taugourdeau, vicino al trasferimento alla Turris (qui i dettagli). Dei difensori, invece, quello che ha avuto maggior fortuna è Alessandro Salvi, che oggi gioca ad Ascoli in Serie B. In porta infine c’era proprio Paolo Branduani, trasferitosi in estate dal Catanzaro al Crotone, sempre in Lega Pro.

Una squadra in cui il talento non mancava, insomma, quell’Albinoleffe che chiuse il campionato al sesto posto. Ma la miglior soddisfazione del club lombardo di quell’anno fu senza dubbio quella di aver sfornato un vero e proprio bomber: il Gallo Belotti, che dopo 7 anni con la maglia granata, è pronto per il definitivo salto di qualità con la Roma di Mourinho. A partire da giovedì sera, quando con ogni probabilità esordirà da titolare in giallorosso in Europa League.

A cura di Luca Paglialunga