A tutto Baldini, un sognatore sulla panchina del Palermo

I rosanero puntano alla promozione in B

Palermo Baldini
18 Maggio 2022

Redazione - Autore

“Voglio essere libero, non mi interessa di questo mondo, voglio sognare”. Così Silvio Baldini, allenatore del Palermo, aveva risposto ai microfoni di Eleven dopo la qualificazione ottenuta, soffrendo, contro la Triestina al Barbera. I suoi ragazzi stanno sognando eccome, ad occhi aperti. Dopo una stagione che a un certo punto ha visto i siciliani vacillare tra la 6° e la 7° posizione, l’allenatore di Massa Carrara ha cambiato lo scenario. Cuore, idee, rapporto con i giocatori. Passione, perchè poi nel calcio, conta soprattutto questo. “I ragazzi sono fantastici, chi fa le cose con la passione poi viene premiato”, ha risposto ieri in conferenza stampa dopo la vittoria contro l’Entella nella gara d’andata dei quarti di finale.

Baldini Palermo

Palermo, con Baldini un attacco da sogno

Il “suo” Palermo ha trovato le giuste misure, ma soprattutto i giusti movimenti coi suoi attaccanti. Da quando Baldini siede sulla panchina rosanero i gol piovono dal cielo: sono oltre 40, in pochi mesi. Brunori è diventato il capocannoniere del Girone C siglando la maggior parte delle reti nel 2022 e insieme a Soleri, fanno quota 36 gol. Da sommare, agli 8 di Valente, funambolo sempre a disposizione e assoluto privilegio per la categoria. C’è entusiasmo, c’è la voglia, da parte dei tifosi, di sposare un sogno chiamato Serie B. Di farlo insieme alla squadra, mai da sola. Lo dimostrano i 31.801 spettatori del Barbera giovedi scorso (in occasione del match contro la Triestina), lo dimostra la spedizione dei 1000 a Trieste e la carica dei 1111 a Chiavari. Una curva tutta rosanero; ieri al ‘Comunale’ si sentivano più i palermitani che i liguri.

baldini volpe

La forma migliore nel momento clou

Roba da Palermo, roba di chi sogna. E lo fa sul serio. La squadra di viale del Fante è arrivata nel momento clou della stagione come meglio non poteva. 4 sono le vittorie in trasferta nelle ultime 4. Praticamente una in meno di tutte quelle portate a casa durante l’intera stagione. A partire da Monopoli (durante la stagione regolare) per finire poi a Chiavari. In mezzo, Bari (ultima giornata) e Trieste, all’esordio dei playoff. In casa invece, quasi paraddossalmente, la squadra si è lasciata un po’ sorprendere contro la Triestina che vinceva 0-1 al minuto 77. Poi Luperini, ha evitato una sconfitta che al Barbera manca da oltre un anno, contro la Juve Stabia. Anche con la sconfitta, i siciliani si sarebbero comunque qualificati per il miglior posizionamento in classifica.

baldini palermo

Baldini, tra fatalismo e realtà

“Arriveremo in fondo alla competizione. Io credo che il destino combinato con una serie di cose possa portare il Palermo in Serie B. Tipo il palo con la Triestina o la parata di Massolo su rigore”. Le sue parole nella conferenza pre-Entella. Un mix tra fatalismo e realtà, da non prendere sotto gamba. Soprattutto perchè lo dice uno come Baldini, allenatore esperto e navigato. Il Palermo, oltre ad avere qualità, può contare sul suo uomo più superstizioso in assoluto: Silvio Baldini, allenatore di valori ormai superati, che sogna. E ci crede davvero.

A cura di Manuele Nasca