Caneo: “Non parlo dell’arbitro altrimenti mi squalificano per 3 anni”

Lo sfogo di Caneo al termine di Turris-Campobasso: l'allenatore del club campano critica l'operato dell'arbitro

20 Ottobre 2021

Redazione - Autore

La Turris è uscita sconfitta dal match contro il Campobasso: un 2-3 interno che ha lasciato l’amaro in bocca alla squadra di Caneo.

E proprio l’allenatore del club campano, al termine della gara, ha analizzato la prestazione dei suoi ma anche del direttore di gara. 

Caneo, sfogo contro l’arbitro: “Noi messi sotto pressione da una direzione di gara errata”

“La squadra ha dato tutto, forse anche qualcosa di più, il dispendio di energia di domenica era tanto, abbiamo speso tanto e oggi ne abbiamo risentito, la squadra dal mio punto di vista ha fatto una buona partita. Noi nel secondo tempo siamo calati un po’, rimpalli e seconde palle andavano sempre a loro anche se giocavano in modo sporco, non siamo riusciti ad essere i soliti. In difesa abbiamo sbagliato spesso i tempi e le uscite, dobbiamo lavorare. Siamo stati messi sotto pressione anche da un arbitraggio errato, con varie contrarietà in campo, un atteggiamento che lascio a voi i giudizi.

Dell’arbitro non ne voglio parlare perché sennò mi squalificano per 3 anni, quindi lascio agli altri il giudizio sulla sua prestazione.

Ho preferito Di Nunzio a Lorenzini, perché del secondo non ero sicuro se poteva fare tre partite di fila visto anche quella di domenica. Per Santaniello vediamo meglio domani, ha avuto un problema al gluteo destro e l’abbiamo fermato per non creare problemi”.