Lucarelli: “La rabbia o la fame non la trovi né al supermercato né su Amazon”

Le parole dell'allenatore rossazzurro

7 Gennaio 2024

Redazione - Autore

Il Catania non dà contnuità alla bella vittoria contro il Benevento e perde 3-0 allo Scida, contro il Crotone. In conferenza stampa, Cristiano Lucarelli si è preso le sue responsabilità: “Lo faccio spesso – ha detto l’allenatore rossazzurro – Dopo il loro primo gol abbiamo fatto fatica a reagire, è un problema che dobbiamo risolvere, non è la prima volta che accade“. Delusione a frustrazione per un ko pesante: Quando perdo mi girano le scatole ma oggi devo cercare di rimanere saggio”, ha detto in sala stampa l’ex Ternana.

Catania Lucarelli

Credit Catania FC

Catania, Lucarelli: “Non siamo stati all’altezza del nostro avversario”

Lucarelli, allenatore del Catania, ha analizzato la sconfitta della sua squadra contro il Crotone: “Secondo e terzo gol sono figli di errori individuali. Oggi mentalmente abbiamo dimostrato di non essere all’altezza del nostro avversario. So che quest’anno sarà complicato, c’è da battagliare e da soffrire. Questa squadra è nata con certe idee, con certe situazioni… Io mi trovo agli opposti, non potevo pensare in così poco tempo di poter fare tanto, qualcosa si è vista ma non c’è quella continuità di fame, cattiveria e personalità. Abbiamo commesso errori banali, non siamo riusciti a far girare palla. Una sofferenza, troppi errori tecnici in passaggi facili. Non c’è serenità, alla prima pressione che subiamo andiamo in difficoltà”. L’allenatore ha cercato comunque di rialzare la testa e guardare al futuro: “Ci sono delle problematiche che non devono essere un alibi, dobbiamo essere bravi a trovare le soluzioni perché ci sono. Dobbiamo continuare a lavorare sul campo. A fine stagione dovremo tirare una linea, poi faremo quello che dovremo fare”.

Credit: Catania FC

“Perdere mi fa girare le scatole”

Sull’obiettivo stagionale Lucarelli poi è stato sincero: “Perdere mi fa girare le scatole, però oggi devo cercare di essere saggio, devo portare in fondo questa stagione cercando di fare meno danni possibili, provando ad andare a prendere l’obiettivo più veloce per poter fare i playoff da una posizione privilegiata. Se facciamo questi errori però non abbiamo dove andare”. Poi ha concluso: Non mi aspettavo risposte dai nuovi acquisti, avevo delle esigenze per cui li ho mandati in campo. La rabbia o la fame non la trovi nè al supermercato nè su Amazon. Ci sono tanti modi per metterla dentro, magari anche sul mercato”