Catania, ecco Cianci: “Mi auguro di spaccare, darò tutto per questi colori”

Al via l'avventura rossazzurra dell'ex Taranto

10 Gennaio 2024

Alessandro Neve - Autore

Il Catania si dimostra una delle squadre più attive di questa prima parte della sessione invernale di calciomercato. Il club siciliano infatti ha accolto nella giornata di ieri Pietro Cianci, attaccante classe 1996 proveniente dal Taranto. Nella prima parte di stagione con i pugliesi ha collezionato 18 presenze, condite da 4 gol e 2 assist. Cianci ha firmato un contratto con il Catania valido fino al 30 giugno 2026. Di seguito le sue parole da nuovo giocatore del Catania.

Cianci: “Dobbiamo sudare la maglia. I tifosi qui vivono per il calcio”

Cianci ha svolto il primo allenamento con i suoi nuovi compagni. L’atteggiamento è positivo e contagioso, come testimoniato dalla sue parole:Ho visto un gruppo compatto, avverto sensazioni positive. Dobbiamo cercare di rimediare subito agli errori commessi. Adesso testa bassa e pedalare, dobbiamo tornare a far gioire i tifosi. Fame e cattiveria agonistica non mancheranno mai, ho sempre sudato la maglia ovunque io sia andato e penso che tante persone lo abbiano apprezzato nel corso della mia carriera. Reduce dalla cavalcata con il Catanzaro dello scorso anno Cianci svela quale dovrà essere l’arma segreta per replicare in Sicilia questo risultato:Bisogna remare tutti dalla stessa parte. Ho vinto con il Catanzaro il girone C di Serie C proprio perché tutti remavano nella medesima direzione, mi auguro che lo stesso possa avvenire qui. Sulla piazza di Catania aggiunge: Sono molto contento di approdare a Catania sperando che tutto vada per il meglio. Mi auguro di spaccare con questa maglia perché sappiamo tutti cosa rappresenta Catania in Italia. Il bello di questa piazza è che i tifosi vivono per il calcio. Questa è una squadra fortissima, chiunque giochi deve dare il massimo e sudare la maglia

Foto di Andrea Rosito

Un pivot di classe, esperienza e dinamismo

Pietro Cianci è il pezzo del puzzle che mancava a mister Lucarelli. Il Catania ora può contare su un centravanti d’area di rigore molto forte nel gioco aereo e bravo a far “salire” la squadra. L’ex attaccante del Taranto, tuttavia, ha in serbo anche altre caratteristiche. Sebbene sia alto ben 196 centimetri, in realtà dispone di un ottimo dinamismo. Cianci potrà rappresentare un punto di riferimento ideale nel 4-2-3-1 o in un 4-3-3 come punta centrale. In carriera ha agito spesso in tandem nel 3-5-2, modulo che gli ha consentito di esprimere al meglio il suo potenziale. Ben nota da tempo la volontà di mister Lucarelli di costruire una squadra camaleontica capace di interpretare al meglio sia il 3-5-2 che il 4-2-3-1. Ed ora con Cianci il desiderio è prossimo a diventare realtà.