“A 18 anni mi voleva il Liverpool”. Dal gol con lo scorpione al legame con Di Vaio

L'attaccante pronto ad una nuova avventura

8 Agosto 2022

Redazione - Autore

Non sono terminate le operazioni in entrata a Cerignola. Occhi puntati su l’attaccante classe ’88 in forza al Bari e con un passato in serie A tra Parma e Bologna. Insieme a Malcore, reduce da una stagione da capocannoniere del girone H di serie D con 21 reti all’attivo, andrebbero a formare una coppia d’attacco che non avrebbe nulla da invidiare a tutte le altre del campionato di serie C.

Il poster di Ronaldo e il “colpo dello scorpione”: la storia di Daniele Paponi

L’idolo sul poster in cameretta era “Ronaldo, il fenomeno”, come dichiarato da lui stesso nell’intervista a lacasadic.com lo scorso Dicembre. Tanti erano i ragazzi nati attorno a quegli anni che veneravano il fenomeno brasiliano, un po’ meno erano quelli che provavano a emularlo con discreti risultati. Si, perché Paponi era considerato un potenziale crack del calcio italiano. “A 18 anni potevo andare al Liverpool, ma decisi di restare al Parma” confessò nella stessa intervista. C’era un forte interesse di tanti club per il giovane talento marchigiano. Anche “Football Manager” lo inseriva tra i talenti più promettenti del calcio europeo.

Ok, un videogioco, ma che raramente si sbaglia: sono molti i giovani calciatori scoperti prematuramente dagli addetti ai lavori di FM. Daniele, purtroppo, non è mai riuscito a sfondare totalmente e a presentarsi ai massimi livelli del calcio europeo e mondiale. Di soddisfazioni se n’è comunque tolte in grande quantità. Basti pensare al “colpo dello scorpione” con cui ha segnato il suo primo gol in serie A ai danni di Marco Storari, regalando un prezioso punto al Parma nella trasferta di Messina. Ai 2 gol nelle 6 partite di Coppa Uefa giocate coi gialloblù. O al rapporto speciale con Marco Di Vaio, con cui condivideva il reparto d’attacco quando giocava al Bologna. Tra le prime e le ultime apparizioni di Paponi con la maglia del Bologna c’è un esperienza in Canada, a Montreal. Poi le serie minori: la B e la C. Nuove esperienze e nuove soddisfazioni.

paponi di vaio

Gol, assist e campionati vinti. L’esperienza in serie C di Paponi

Daniele Paponi conosce la serie C come casa sua: 167 i gettoni collezionati tra i vari gironi, 43 gol e 14 assist vincenti per i compagni. Un altro estratto di quell’intervista a lacasadic.com: “Sono stato due anni e mezzo alla Juve Stabia, è stato bellissimo. Si è trattato del primo campionato vinto, ho conosciuto persone speciali, non partivamo come la squadra che doveva ammazzare il campionato ma l’abbiamo fatto”. Il primo campionato vinto nel Palmares di Daniele, che in poco più di 2 anni ha segnato 24 gol  trascinando la Juve Stabia alla promozione. E non sarà l’ultima promozione ottenuta dal centravanti marchigiano. Di fatti, dopo i 13 gol segnati nella stagione 2018/2019 con la maglia del Piacenza e la deludente stagione successiva a Padova, lo scorso anno Paponi ha trionfato ancora una volta in C, con la maglia del Bari. Una vittoria importante, quasi doverosa, che la piazza aspettava ormai da troppo tempo. Una gioia grande, ma che non ha saziato Daniele Paponi, che a 33 anni ha ancora voglia di mettersi in discussione ed è pronto a ripartire da Cerignola.

A cura di Luca Paglialunga