Addio a Gigi Riva. La Lega Pro: “Piangiamo la scomparsa di Rombo di Tuono”

Da Legnano a Cagliari. Il mondo del calcio ricorda Rombo di Tuono

22 Gennaio 2024

Fabio Basile - Autore

Lutto nel mondo del calcio: a 79 anni ci lascia Gigi Riva, una delle più grandi leggende della storia del calcio italiano. Il più grande marcatore della storia della nazionale (35 gol in 42 partite) è stato una bandiera del Cagliari, maglia che indossò dal 1963 al 1977. Una carriera iniziata, però, in Serie C, con la maglia del Legnano, nel lontano 1962. Nella sua unica stagione nella terza categoria italiana, Rombo di Tuono ha segnato 6 gol in 23 partite.

La Lega Pro ricorda Gigi Riva: “Piangiamo la scomparsa di Rombo di Tuono”

La Lega Pro, con un messaggio sui propri canali, ha voluto ricordare una delle più grandi bandiere della storia del calcio italiano: “La Lega Pro piange la scomparsa di Gigi Riva: miglior marcatore nella storia della Nazionale e campione d’Italia con il Cagliari, all’inizio della sua strepitosa carriera Rombo di Tuono ha calcato i campi della Serie C con la maglia del Legnano. Che la terra ti sia lieve, Gigi”.

La carriera di Rombo di Tuono

Una carriera legata ai colori del Cagliari, anche se iniziata con la maglia del Legnano. 6 gol in 23 presenze nella sua prima stagione in Serie C e tra i professionisti. Poi la Sardegna, terra a cui si è legato per sempre. E pensare che lui all’inizio non ci voleva neanche andare. “Io non ci vado”, disse quando gli comunicarono il trasferimento. La società rossoblù lo scoprì quasi per caso. I sardi, infatti, in quegli anni, per limitare le spese dei viaggi aerei, giocavano due gare in casa e due in trasferta. Quando si trovava lontano dall’isola, il Cagliari faceva sosta proprio a Legnano.

L’accordo per il suo trasferimento al Cagliari resta nella storia. I sardi bruciarono la concorrenza del Bologna, che arrivò a offrire 50 milioni di lire per l’attaccante, e chiusero con il Legnano durante l’intervallo della sfida della nazionale juniores italiana contro la Spagna allo stadio Flaminio. Il resto è storia. 401 presenze con maglie di club e 124 gol segnati. 42 partite con la maglia della nazionale italiana con 35 reti messe a referto. Uno scudetto con i rossoblù e un Europeo nel 1968 con gli Azzurri. Nessuno come lui nella storia. Il calcio saluta Gigi Riva, una delle più grandi leggende della storia di questo sport.