Nicolussi Caviglia, dalla Juventus Next Gen al posto da titolare contro l’Inter

L'esordio, l'infortunio e il ritorno in campo: la storia del centrocampista bianconero

Nicolussi Caviglia Juve
26 Novembre 2023

Simone Solenghi - Autore

Ci siamo: inizia Juventus-Inter, scontro tra le prime due della classifica di Serie A. La storia di questo match ne insegna il prestigio, che è a priori e va oltre la classifica. I bianconeri arrivano però con un centrocampo in emergenza, visti diversi infortuni che hanno costretto Massimiliano Allegri a rivedere l’undici tipo. Così, il posto in mediana è andato a Hans Nicolussi Caviglia, che ottiene così il suo esordio da titolare con la prima squadra della Juventus. Un momento a cui sembra destinato da sempre, ma che proprio un destino beffardo gli aveva tolto. Ora quel momento è finalmente arrivato.

Dai pulcini all’esordio in prima squadra: alle origini di Nicolussi Caviglia

Il bianconero è una seconda pelle per il centrocampista classe 2000. All’età di 8 anni entra nel settore giovanile della Juventus per non lasciarlo più, condividendo tanti anni con Fagioli e soprattutto Kean. A Vinovo diventa grande, arrivando fino alla Primavera e alla Juventus Under 23. Della seconda squadra bianconera il primo vero gioiello lanciato tra i grandi è lui, che l’8 marzo 2019 viene mandato in campo da Allegri per l’esordio in Serie A contro l’Udinese. Colleziona altre due presenze da lì a fine stagione, festeggiando anche l’ottavo scudetto consecutivo. Sembrano solo le prime di tante partite, ma per riassaggiare la Serie A con la Juve dovrà invece aspettare più di 4 anni.

La stagione successiva la passa infatti in prestito al Perugia in Serie B, dove trova continuità alla prima stagione tra i professionisti. Ritorna alla Juventus solo di passaggio, prima di andare nuovamente in prestito, questa volta al Parma. Potrebbe essere la stagione dell’affermazione anche in Serie A, invece è l’inizio di un incubo. Il 15 dicembre 2020 si fa male in allenamento. La diagnosi è la peggiore possibile: rottura del legamento crociato. Senza che fosse praticamente mai iniziata l’avventura al Parma fa rientro anticipato alla Juventus, ma solo per curarsi, perchè per il campo dovrà aspettare. Dopo aver raggiunto la Serie A sarà costretto a ricominciare da capo il suo percorso, ripartendo dalla Juventus Next.

La fine dell’incubo e il ritorno in Serie A

Quello del giovane centrocampista diventa un calvario, che lo porta al rientro in campo quasi un anno dopo, il 3 novembre 2021. La maglia è dii nuovo quella della Juventus, la categoria è però ancora quella di due anni prima, la Serie A un lontano ricordo. Anche la qualità però non cambia e infatti Hans si ripresenta con gol In Coppa Italia Serie C col Sudtirol. La stagione 2021/22 sarà comunque ancora una volta travagliata, con moltissimi problemi fisici che lo staff medico della Juventus non riesce a spiegarsi. A inizio maggio 2022 finalmente l’incubo finisce. Un infortunio durato 9 mesi di troppo a causa di corpi estranei rimasti nel suo ginocchio in seguito all’operazione, che non emergevano dalla risonanza magnetica perchè finiti nella parte posteriore dell’articolazione. Finalmente rimossi quei frammenti ricomincia il viaggio di Hans, per riprendersi ciò che la sfortuna gli aveva tolto. Nella scorsa stagione ritorna in Serie B in prestito, proprio al Sudtirol a cui aveva segnato al ritorno in campo. Fa benissimo, tanto da guadagnarsi il salto in Serie A dopo soli 6 mesi, andando alla Salernitana nel mercato di gennaio. Quando ritorna agli ordini di Allegri nella scorsa estate molti si aspettano una nuova partenza, invece questa volta resta a Torino. Durante la preparazione si guadagna la conferma, ma deve aspettare la dodicesima di campionato col Cagliari per l’esordio stagionale negli ultimi minuti di partita. Ora la ghiotta chance di una maglia da titolare con l’Inter. Ha sempre saputo aspettare e adesso la sua pazienza è stata ripagata. Perchè Hans Nicolussi Caviglia vuole finalmente prendersi ciò per cui ha sempre giocato a calcio. Una maglia nella sua Juventus.