Juventus, nonostante la sosta Allegri studia alcune novità

Le ultime da Vinovo

21 Settembre 2022

Redazione - Autore

Nonostante la sosta delle nazionali, le luci nei centri sportivi dei club rimangono accese. In campo infatti ci sono coloro che non hanno ricevuto la chiamata della propria nazione e ne approfittano per continuare a mantenere attivo l’allenamento anche senza il match della domenica. Guardando le foto della Juventus, non siete capitati su un fotomontaggio sbagliato. Non è uno scherzo e nessuno ha usato Photoshop. Quello che Massimiliano Allegri tiene sotto la suola della sua scarpa è proprio un pallone della Serie C. Questo perché i ragazzi della Juventus Next Gen si sono allenati con la prima squadra sul campo della Continassa. Vedere per credere.

Juventus Next Gen

Juventus e Next Gen, tra presente e futuro

Presente e futuro. La generazione del momento al fianco della Next Generation. La Juventus di Massimiliano Allegri non sta passando uno dei periodi migliori nell’ultimo mese. Così, per l’allenatore livornese c’è bisogno di nuove idee di qualità per provare a ribaltare i risultati grazie anche all’aiuto della brillantezza dei giovani. Ed ecco che assieme a De Sciglio, Rugani e Perin arrivano ad allenarsi i giocatori di Brambilla per mettersi in mostra in un palcoscenico che vale la Serie A. Insomma, il campionato per questa settimana è fermo e per Allegri è il momento di ricaricare le pile in vista della ripartenza. E chissà che tra un passaggio ed uno scatto verso la palla, non gli venga in mente di inserire nello spogliatoio di Vlahovic e Di Maria qualche altro giovane che si è messo in mostra nella vetrina della Serie C.

Da Miretti a Barranechea, Allegri osserva i giovani

Serie C come Crescita. E proprio sulla crescita dei giovani calciatori la Juventus punta molto da tempo. Dall’esordio in Uefa Champions League di Miretti e Soulè fino alla convocazione di Barranechea e Barbieri in Serie A contro il Monza. La volontà della società bianconera di costruirsi un vivaio da sfruttare per alimentare la qualità della prima squadra si sviluppa giorno dopo giorno. E intanto, mentre Massimiliano Allegri osserva le qualità dei giovani durante l’allenamento della Continassa, le Nazionali di tutto il mondo puntano i riflettori sui giocatori della Juventus Next Gen mandandoli in campo con la maglia del loro paese. Orgoglio e responsabilità sulle spalle. Di giocatori convocati infatti la squadra di Brambilla ne ha ben 6. Da Tarik Muharemovic con la Bosnia Erzegovina under 21 a Senko e Iling-Junior, rispettivamente chiamati da Ungheria ed Inghilterra. Come se non bastasse, Turicchia, Cerri e Mulazzi vestiranno la maglia azzurra per il ritiro con l’under 20. La Juventus vive un momento difficile e guarda ai giovani per costruirsi nuove prospettive. Tra presente e futuro.

A cura di Jacopo Morelli