Picerno, Longo: “Il rigore dato al Messina è assurdo”

Le parole dell'allenatore rossoblù nel post gara del Curcio

Longo Picerno
20 Ottobre 2023

Redazione - Autore

Il graffio di Jacopo Murano, il nono in altrettanti match, non basta: l’ex di giornata, Michele Emmausso, risponde e Picerno-Messina termina in parità (Clicca qui per la cronaca della partita). Un punto a testa che muovo poco la classifica. I rossoblù mancano l’aggancio al secondo posto e salgono a 13 punti, mentre i siciliani allungano a tre gare la striscia positiva e danno seguito al pareggio contro la Casertana e la vittoria contro il Giugliano. Al termine della partita, i due allenatore hanno parlato in conferenza stampa. Tutto gira attorno alla rete del pareggio dei siciliani, arrivato su un calcio di rigore.

Picerno, Longo: “Iniziano ad essere troppe le situazioni in cui abbiamo subito ingiustizie”

Non basta, quindi, l’ennesimo graffio del Samurai ai lucani. Il Picerno esce dal Curcio con un pareggio e recrimina per il rigore dei siciliani. “Oggi abbiamo fatto una partita non esaltante, soprattutto nel primo tempo. Abbiamo fatto il doppio dei tiri del Messina. E perchè non abbiamo vinto? Il calcio di rigore non esiste. Sono sempre super partes, ma il calcio di rigore è assurdo. Non c’è nemmeno il dubbio che quello possa essere rigore”. 

Emilio Longo Picerno
Credit AZ Picerno

Sulla prestazione del suo Picerno: Quando giochiamo male, giochiamo meglio degli altri. Ci sono volte in cui facciamo benissimo, altre volte meno. Quando facciamo ottime prestazioni sembra una cosa normale. Anche il rigore contro il Benevento è stato inesistente. Se veniamo recuperati in maniera irregolare, c’è qualcosa che non funziona. Ora iniziano a essere troppe le situazioni in cui abbiamo subito ingiustizie. Dobbiamo migliorarci attraverso le prestazioni”.

Modica: “Il rigore era netto”

Anche Giacomo Modica ha commentato il pareggio contro il Picerno, partendo dal rigore che ha regalato il pareggio: Non discuto il rigore. La maglietta si muove in maniera esponenziale. Per me è rigore netto. Complimenti al Picerno, ma anche alla mia squadra. Se avessimo subito gol alla fine avremmo recriminato. Sono contento di questo pareggio”. Modica ha poi parlato della sua crescita della sua squadra: Vogliamo trovare un’identità ben precisa. La squadra mi soddisfa, gioca. Il percorso è importante e sono felice di allenare questa squadra. Tour de force? Siamo già abituati (ride, ndr). Ci hanno dato un calendario da massacro puro“.

L’allenatore del Messina ha poi parlato di Michele Emmausso, autore del gol del pareggio contro il Picerno:“Abbiamo giocato con quattro attaccanti: sono venuto qui per giocarmela. Ho lasciato Emmausso libero di giocare. Ha fatto una partita strepitosa, impegno e dal punto di vista qualitativo. Quando si accende diventa un giocatore straordinario”, ha concluso.