Ercolani riparte dalla Fidelis Andria: la storia dell’ex ‘diavoletto’ di Old Trafford

Il difensore, con un passato nel Machester United, ha firmato un contratto biennale

Ercolani Fidelis Andria
29 Luglio 2022

Redazione - Autore

Luca Ercolani riparte dalla Fidelis Andria. Il difensore classe 1999 ha scelto la Puglia come luogo perfetto per dare una svolta alla sua carriera. Dopo l’esperienza di Catania, conclusa in modo brusco, la voglia di rimettersi in gioco è tanta. In Sicilia alcuni infortuni e i problemi societari non gli hanno permesso di vivere una stagione da protagonista. Non quella che avrebbe voluto. Ma Ercolani ha ancora solo 22 anni (ne compirà 23 il prossimo novembre) ha tanta voglia di spaccare il mondo.

Ercolani Fidelis Andria

Il ritorno in Italia di Ercolani: il Carpi e la parentesi Catania

Una vita nelle giovanili del Manchester United fino al ritorno in Italia. Ci pensa il Carpi a riportarlo a casa. Una seconda parte di stagione che vive spesso da titolare. Ed è per questo che per il campionato successivo sceglie Catania: una piazza calda e importante, ideale per fare il grande salto. Ma proprio quando le cose sembrano andare per il verso giusto, arriva l’infortunio. Poi il ritorno in campo, contro il Potenza, e la gioia di essere tornati a fare quello che si ama. Ma i problemi sembrano non finire mai. Il fallimento della società e il campionato terminato in anticipo. Un dolore che Luca Ercolani proverà a colmare con la maglia della Fidelis Andria.

Filippo Galtieri (UNICA SPORT)

Ercolani e il mondo United. Da Ibra a Mourinho

Ma facciamo un passo indietro. E’ nato a Ravenna ma la storia calcistica di Luca Ercolani è iniziata a Forlì. La svolta ‘inglese’ della trama ha iniziato ad essere scritta in due occasioni. Un Modena-Forlì e un Forlì-Bologna. Due partite (con l’Under15) in grado di cambiare totalmente la carriera di un ragazzino. Sono bastate delle prestazioni all’altezza delle aspettative e gli occhi giusti ad osservare. Quelli di David Williams, osservatore e talent scout del Manchester United. Viaggi, dialoghi Italia-Inghilterra, qualche trasferta un provino e poi quando ha compiuto 16 anni ha ricevuto il tanto atteso regalo: era diventato un nuovo giocatore dell’Under18 dei Red Devils

ercolani manchester united

Trentadue presenze in totale, tra Under18, 19 e 23 dello United. Più qualche chiamata con la prima squadra. Momenti che non si possono dimenticare. Come gli allenamenti con Ibra guidati da José Mourinho. “Scambiava sempre due parole con me. Ogni volta che entravo in campo diceva a tutti ‘occhio che arriva l’italiano’. Mi aveva inquadrato come un difensore che non si tira mai indietro”, aveva raccontato proprio Ercolani in un’intervista a ravennaedintorni.it. Poi gli aneddoti più significativi: “Alla prima partitella 11 contro 11 mi sono ritrovato a marcare Ibrahimovic…

ercolani e ibrahimovic

Poi un altro episodio è stato quando ho creato un po’ di scompiglio. Dopo il quinto tackle vincente su Martial, siamo caduti insieme. Lui si rialza, si arrabbia, mi spinge e mi urla di smetterla di entrare così. Mourinho ha dovuto interrompere quell’allenamento. Ricordo come tutti i compagni poi vennero a tranquillizzarmi, anche lo stesso Mourinho mi diede una pacca sulla spalla”

Ricordi e passato. Mentre ora il presente, e il futuro, dicono Fidelis Andria. Ercolani ha firmato un contratto biennale con il club pugliese. Comunque vada, il classe ’99 ha dimostrato di essere sempre pronto a rimettersi in gioco. E questa vuole davvero essere la stagione giusta per fare il grande salto.