Monterosi Tuscia, multa e inibizioni per irregolarità nel passaggio societario

C'è la sanzione della Procura Federale

Fusano
29 Novembre 2023

Redazione - Autore

Il Monterosi Tuscia ha ricevuto un’ammenda di 1000 euro per irregolarità nel passaggio societario. Oltre alla società laziale multati ed inibiti anche Salvatore Amato, Vice Presidente della squadra laziale, e Antonio Iacobelli, ex amministratore unico e Legale Rappresentante della Va.Pa. S.r.l, acquirente del 18,07% del club. Ecco la nota della Procura Federale.

Multa al Monterosi Tuscia, la nota della Procura Federale

Vista la comunicazione della Procura Federale relativa al provvedimento di conclusione delle indagini di cui al procedimento n. 215 pf 23-24 adottato nei confronti dei Sig.ri Salvatore AMATO e Antonio IACOBELLI, e della società MONTEROSI TUSCIA FC S.r.l., avente ad oggetto la seguente condotta:

SALVATORE AMATO, n.q. di Vicepresidente del CDA e Legale Rappresentante della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., dal 25/01/2023, in violazione: a) degli artt. 4, comma 1, e 32, comma 5-ter, del Codice di Giustizia Sportiva, in relazione agli adempimenti previsti dall’art. 20-bis, 7° comma, delle N.O.I.F., per avere, nella sua qualità di Vicepresidente del CDA e Legale Rappresentante della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., tardivamente comunicato alla Federazione l’intervenuta acquisizione, risalente al 31 maggio 2023, con pec del 29 e 30 giugno 2023, di una quota pari al 18,07% del capitale della Monterosi Tuscia FC S.r.l. da parte della Va.Pa. S.r.l., dunque oltre il termine di 15 giorni previsto dalla normativa federale;
b) degli artt. 4, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, e 20-bis, comma 5° e comma 6, lett. A1, delle N.O.I.F., per avere, a seguito degli adempimenti previsti dall’art. 20 bis delle N.O.I.F., omesso di vigilare, nella sua qualità di Vice Presidente del CDA e Legale Rappresentante della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., affinché venissero prodotte alla Co.A.P.S. (Commissione Acquisizione Partecipazioni Societarie) nei termini previsti dall’art. 20-bis delle N.O.IF., ovvero entro il termine del 15 giugno 2023, in riferimento: 1) al Sig. Iacobelli Antonio n.q. di Amministratore Unico e Legale Rappresentante della Va.Pa. S.r.l., acquirente del 18,07% del capitale della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., la documentazione relativa ai requisiti di onorabilità; 2) alla Va.Pa. S.r.l., acquirente del 18,07% del capitale della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., la documentazione relativa ai requisiti di solidità finanziaria; detta documentazione è stata trasmessa tardivamente solo il 26 luglio 2023 e, dunque, entro il termine aggiuntivo assegnato dalla Co.A.P.S. (Commissione Acquisizione Partecipazioni Societarie) il 19 luglio 2023 ai sensi dell’8° comma dell’art. 20-bis cit., ed, infine, con pec del 23 agosto 2023, (successivamente integrata l’8 settembre 2023) e, quindi, entro l’ulteriore termine assegnato l’8 agosto 2023, è stata trasmessa alla Commissione l’ulteriore documentazione richiesta a chiarimento.

Inoltre, n.q. di Socio della Va.Pa. S.r.l., acquirente del 18,07% del capitale della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., all’epoca dei fatti, in violazione:
a) degli artt. 4, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, e 20-bis, comma 5°, delle N.O.I.F., per aver omesso di trasmettere alla Co.A.P.S. (Commissione Acquisizione Partecipazioni Societarie), a seguito degli adempimenti e dei termini previsti dall’art. 20 bis delle N.O.I.F., ovvero entro il termine del 15 giugno 2023, la documentazione relativa ai requisiti di onorabilità; detta documentazione è stata trasmessa tardivamente solo il 26 luglio 2023 e, dunque, entro il termine aggiuntivo assegnato dalla Co.A.P.S. (Commissione Acquisizione Partecipazioni Societarie) il 19 luglio 2023 ai sensi dell’8° comma dell’art. 20-bis cit., ed, infine, con pec del 23 agosto 2023, (successivamente integrata l’8 settembre 2023) e, quindi, entro l’ulteriore termine assegnato l’8 agosto 2023, è stata trasmessa alla Commissione l’ulteriore documentazione richiesta a chiarimento.

ANTONIO IACOBELLI, n.q. di Amministratore Unico e Legale Rappresentante della Va.Pa. S.r.l., acquirente del 18,07% del capitale della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., all’epoca dei fatti, in violazione; a) degli artt. 4, comma 1 del Codice di Giustizia Sportiva, e 20-bis, comma 6, lett. A1, delle N.O.I.F., per avere omesso di trasmettere alla Co.A.P.S. (Commissione Acquisizione Partecipazioni Societarie), nella sua qualità di Amministratore Unico e Legale Rappresentante della Va.Pa. S.r.l., acquirente del 18,07% del capitale della Monterosi Tuscia FC – S.r.l., a seguito degli adempimenti e dei termini previsti dall’art. 20 bis delle N.O.I.F., ovvero entro il termine del 15 giugno 2023, la documentazione relativa ai requisiti di solidità finanziaria; detta documentazione è stata trasmessa tardivamente solo il 26 luglio 2023 e, dunque, entro il termine aggiuntivo assegnato dalla Co.A.P.S. (Commissione Acquisizione Partecipazioni Societarie) il 19 luglio 2023 ai sensi dell’8° comma dell’art. 20-bis cit., ed, infine, con pec del 23 agosto 2023, (successivamente integrata l’8 settembre 2023) e, quindi, entro l’ulteriore termine assegnato l’8 agosto 2023, è stata trasmessa alla Commissione l’ulteriore documentazione richiesta a chiarimento;
b) degli artt. 4, comma 1 del Codice di Giustizia Sportiva, e 20-bis, comma 5°, delle N.O.I.F., per aver omesso di presentare alla Co.A.P.S. (Commissione Acquisizione Partecipazioni Societarie), a seguito degli adempimenti e dei termini previsti dall’art. 20 bis delle N.O.I.F., ovvero entro il termine del 15 giugno 2023, la documentazione relativa ai requisiti di onorabilità; detta documentazione è stata trasmessa tardivamente solo il 30 giugno 2023 e, dunque, quando il termine di cui all’art. 20-bis, 7° comma, delle N.O.I.F. era già decorso.

MONTEROSI TUSCIA FC S. R. L., per responsabilità diretta e oggettiva, ai sensi dell’art. 6, comma 1 e 2, del Codice di Giustizia Sportiva, in quanto società alla quale appartenevano i soggetti di cui sopra al momento della commissione dei fatti;

vista la richiesta di applicazione della sanzione ex art. 126 del Codice di Giustizia Sportiva, formulata dai Sig.ri Salvatore AMATO e Antonio IACOBELLI, e dal Sig. Anthony Hernest ALIANO, in qualità di legale rappresentante, per conto della società MONTEROSI TUSCIA FC S. R. L.;

vista l’informazione trasmessa alla Procura Generale dello Sport;

vista la prestazione del consenso da parte della Procura Federale;

− rilevato che il Presidente Federale non ha formulato osservazioni in ordine all’accordo raggiunto dalle parti relativo all’applicazione della sanzione di 1 (uno) mese di inibizione per il Sig. Salvatore AMATO, di 1 (uno) mese e 15 (quindici giorni) di inibizione per il Sig. Antonio IACOBELLI, e di € 1.000,00 (mille/00) di ammenda per la società MONTEROSI TUSCIA FC S. R. L.;

si rende noto l’accordo come sopra menzionato.