Top 11 Serie C, i migliori giocatori della 7ª giornata

Chi si è messo maggiormente in luce tra i tre gironi

11 Ottobre 2023

Simone Solenghi - Autore

Dopo una lunghissima 5 giorni, dalla sera di venerdì 6 ottobre fino a martedì 10, possiamo archiviare il settimo turno di Serie C. Nel girone A frena il Padova capolista col pareggio con la Pro Patria, mentre il Mantova non sbaglia e va a -1. Nel girone B continua invece lo splendido momento della Torres, che fa 7/7 e rimane a punteggio pieno. Il girone C vede la Juve Stabia rimanere al primo posto, dopo il pareggio esterno control Brindisi nella gara posticipata del “Fanuzzi”. Andiamo a vedere allora chi si è particolarmente distinto in campo, con la nostra Top 11. Modulo 4-3-3.

Portieri

Thiam (Juve Stabia): Chi si rivede. Si conferma tra i pali della nostra Top 11, dopo esserci già finito la scorsa settimana. Non si può dire che abbia cominciato male la stagione con la Juve Stabia, che anche grazie a lui è al momento in testa alla classifica del girone C. Viene premiato per il rigore parato a Ganz in Brindisi-Juve Stabia, che ha permesso ai suoi di uscire con un punto dal “Fanuzzi”. Parata centrale non spettacolare, ma sicuramente efficace, che è quello che conta se fai questo ruolo.

Difensori

Longobardi (Recanatese): Il terzino classe 2003 è riuscito a essere efficace e anche molto bello, con un gol che ha regalato al 92′ la vittoria alla Recanatese sul Rimini. Conclusione di destro a giro sul secondo palo imparabile per Colombo e 3 punti che portano i suoi in zona playoff.

Gigliotti (Crotone): I rossoblù hanno vinto 2-1 in rimonta sul Picerno, rimonta aperta proprio dal loro capitano. Guillaume Gigliotti ha firmato il gol del momentaneo pareggio con una bella conclusione al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Oltre a difendere bene il suo è un gol quasi da attaccante, motivo per cui entra nel pacchetto dei migliori centrali di giornata.

Piccinini (Pergolettese): A proposito di centrali di difesa che vanno in rete risponde a quest’appello anche il 2002 della Pergolettese.. I suoi chiudono a rete inviolata nella vittoria per 2-0 contro il Fiorenzuola e ad aprire il tabellino ci pensa lui con una grande incornata di testa. Sono già tre reti in campionato, dopo la doppietta della prima giornata. Sta prendendo il vizio del gol e Abbate lo ringrazia.

Paz (Perugia): L’altro terzino è quello di proprietà del Sassuolo, altro classe 2002 che chiude un reparto giovanissimo. Gli sono bastati 45 minuti per fare la differenza e aiutare i suoi a vincere sul campo della Fermana. Entra nel secondo tempo e sblocca il risultato dopo 9 minuti. Il risultato finale dice 2-0 per gli umbri, con lui che si candida fortemente a una maglia da titolare per la prossima partita.

Cesena Bumbu
Credit: Luigi Rega

Centrocampisti

Bumbu (Cesena): Dicevamo di chi fa la differenza da subentrato, il centrocampista del Cesena è uno di questi. Toscano lo inserisce all’intervallo al posto di Berti, lui al 61′ lascia la sua firma e ripaga la scelta del suo allenatore. Sulla carta mediano, di fatto tuttofare e questa volta anche bomber, la sua impronta è decisiva nella vittoria per 2-0 ad Arezzo.

Petermann (Virtus Entella): Abituato a lavorare in mediana, ma abile anche davanti alla porta. Abbandona la cabina di regia per segnare un gol di grandissimo peso, quello che porta avanti i suoi contro l’Olbia, dando fiducia a una squadra che ha attraversato un periodo difficilissimo. La rete è un bel rasoterra dal limite dell’area, che regala la vittoria per 3-1 a Volpe. Allo stesso tempo è la sua prima esultanza in maglia Entella e maggior ragione lo premiamo.

Mercati (Gubbio): Rimaniamo nel girone B, ma ci spostiamo a Gubbio. Vince la squadra rossoblù per 2-0 sulla Carrarese, su tutti, si mette in evidenza Mercati. Il centrocampista la sblocca al 32′, poi fa una grande partita fino alla sua uscita dal campo all’83’. Il gol del 2-0 di Montevago dà maggiore valore anche al suo, che fa ritrovare la vittoria al Gubbio dopo due sconfitte tra campionato e Coppa Italia.

Credit: Virtus Francavilla

Attaccanti

Artistico (Virtus Francavilla): Anche la Virtus Francavilla torna a vincere, con un 3-1 sul campo della Turris. Il protagonista assoluto è il 2002 scuola Parma, scatenato con una doppietta e vicino anche al terzo gol. Sono già 3 centri per lui in campionato. Sicuramente è presto per dirlo, ma i pugliesi potrebbero aver trovato un degno sostituto di Patierno. Il tempo ce lo dirà, ma il ventunenne il tempo per crescere ancora tanto lo ha tutto dalla sua parte.

Zigoni (Virtus Verona): Il suo entra nella categoria “gol pesanti“. Dopo quattro partite senza vittorie serviva assolutamente ritrovare fiducia con un successo alla Virtus Verona. Nel derby veneto con l’Arzignano il risultato è però rimasto bloccato fino all’83’, quando è arrivato il suo gol. Si sblocca così da un lungo digiuno e regala la vittoria ai suoi. Ora la classifica torna a sorridere con il quarto posto nel girone A. Ma la notizia più bella per Gigi Fresco forse è un’altra: Zigoni ha segnato, il bomber è tornato.

Sgarbi (Avellino): Lui e il suo compagno di reparto si sono scatenati nel 4-1 sul Potenza. Due gol per Gori e due per lui. In questa lista mettiamo solo Sgarbi, anche se la scelta era difficile. Il talento scuola Napoli però, con due gol, un assist e un rigore guadagnato e poi da lui stesso trasformato viene premiato con un posto nel tridente. Se consideriamo che è il suo quarto centro stagionale non ci sorprenderemmo a vederlo di nuovo.

Top 11

Top 11 Serie C 7^ giornata (4-3-3): Thiam; Longobardi, Gigliotti, Piccinini, Paz; Bumbu, Petermann, Mercati; Artistico, Zigoni, Sgarbi.