Home » Cesena, Toscano: “Un ultimo tassello per coronare la stagione”

Cesena, Toscano: “Un ultimo tassello per coronare la stagione”

Cesena Toscano

Credit: Luigi Rega

Per il Cesena è tempo di tornare in campo. Domenica 5 maggio alle ore 17.30 è in programma la prima sfida di Supercoppa Serie C tra il Mantova e i bianconeri. A tal proposito, l’allenatore Domenico Toscano ha parlato in conferenza stampa diramata sui canali social della squadra. Di seguito le sue dichiarazioni.

Cesena, Toscano: “Vogliamo continuare come stiamo facendo”

L’allenatore Toscano, inizia così la conferenza stampa in vista della sfida contro il Mantova: “Manca un piccolo pezzettino alla fine di questo fantastico campionato. Ci sono queste due partite che devi impostare in maniera diversa, perché ti confronti con le vincitrici degli altri gironi. È una bella sfida, soprattutto con noi stessi”. L’allenatore ha poi proseguito parlando delle sue avversarie: “Anche Mantova e Juve Stabia han fatto un grande campionato e li conteremo nella prossima stagione. Vogliamo continuare come stiamo facendo dopo Pescara. Ogni giorno i ragazzi migliorano e lo state vedendo anche voi; dopo la vittoria del campionato stanno crescendo ancora. Vogliono continuare su questa strada perché abbiamo creato una mentalità importante”. Sulle aggiunte apportate alla formazione bianconera: “Sicuramente in costruzione, coi movimenti dei due centrocampisti e dei trequarti, riconoscere gli spazi e come attaccarli. I ragazzi lo stanno facendo con grande intensità e ritmo, concedendo poco agli avversari e creando tanto”.

“Ognuno ha una sua idea di gioco e modo di lavorare”

Toscano ha parlato anche nello specifico del suo primo avversario in Supercoppa: “Il Mantova ha fatto un grande campionato e Possanzini ha fatto un grande lavoro, gli faccio i complimenti. Ha portato la sua filosofia alla squadra che è ben evidente. Non sono partiti da favoriti ma hanno ribaltato i pronostici. La loro identità è un loro punto di forza. Palleggiano molto, cercando di attrarre per poi attaccare gli spazi che riempiono benissimo. È una bella sfida perché ti sollecita l’attenzione. Queste sfide le devi preparare diversamente, perché il livello di organizzazione e qualità si alza”. Non solo Mantova ma anche Juve Stabia: “Ognuno ha una sua idea di gioco e modo di lavorare, anche Pagliuca così come il Cesena hanno espresso un’idea di gioco. Abbiamo fatto numeri straordinari con un’idea ben precisa. A Mantova Possanzini ha portato idee nuove, catturando le attenzioni degli addetti ai lavori, ma anche Pagliuca ha fatto un grandissimo lavoro. La panchina d’argento è un premio che ho già vinto ed è stato straordinario perché ti votano i tuoi colleghi, che conoscono bene il tuo lavoro, quanto sia bello e difficile. Quel premio è molto gratificante, che lo vinca il migliore”.

Cesena squadra credit
Credit: Luigi Rega

Cesena, Toscano: “I playoff li conosco bene”

Per quanto riguarda le indisponibilità, l’allenatore afferma: “Piacentini ha fatto un paio di allenamenti con la squadra ma non è recuperato, mentre Silvestri si è allenato col gruppo. Per il resto sono tutti arruolabili. Ho sempre schierato la formazione migliore per vincere le partite”. Nessun riferimento al futuro, il pensiero è unicamente sulla partita: “Se spostassi l’attenzione su una cosa che non fa parte del rettangolo di gioco non sarei coerente. Dopo queste due partite si parlerà del futuro di Toscano e dei giocatori”. Un commento, infine, anche sui playoff al via martedì 7 maggio: Li conosciamo bene, dare delle favorite è azzardato. In base agli organici e al campionato disputato ci possono essere ma è complicato. Conta come ci arrivi dal punto di vista mentale e fisico, poi come preparare il periodo di inattività. Ci sono tante squadre attrezzate come Catania, Padova, Benevento. Ho l’impressione che una delle formazioni che arriva dietro possa dare fastidio”.