Playoff Serie C 2024, ci sarà il VAR?

Il presidente della Lega Pro Matteo Marani, annuncia importanti novità a partire da questa stagione per tutte le 51 partite

24 Dicembre 2023

Antonio Palladino - Autore

Con l’addio alla C2 e alla C1 nel lontano 2014, quella attuale è la decima stagione consecutiva di Lega Pro con la presenza dei tre gironi con 20 squadre ciascuno. Con essa, di conseguenza, anche il format dei playoff è cambiato ed è ormai noto a tutti i tifosi delle 60 formazioni partecipanti. Si parte dal secondo turno preliminare, fino ad arrivare alla doppia sfida in finale. Una sorta di lotteria, vinta lo scorso anno dal Lecco contro il Foggia, ma che da questa stagione sarà caratterizzata da una importante novità. Come dichiarato infatti dal presidente della Lega Pro Matteo Marani, si sta lavorando per fare tutti i playoff e i playout con il VAR, per un totale di 51 partite. Una grande novità, quella annunciata giovedì 7 dicembre, che è pronta dunque a distinguere gli spareggi promozione che hanno visto l’utilizzo del VAR negli ultimi due anni solamente a partire dalle semifinali.

Lega Pro, al lavoro per fare tutti i playoff e i playout con il VAR: le parole di Marani

Nel corso dell’incontro con la stampa presso la sede di Firenze, il presidente Matteo Marani ha fatto il punto sulla Lega Pro. Tanti gli argomenti che son stati affrontati, dalla sostenibilità al tema seconda squadre, passando per possibili riforme e il VAR ai playoff e ai playout. Proprio in merito alla possibilità di avere il VAR negli spareggi promozione e salvezza, Marani ha annunciato importanti modifiche. Delle novità, pronte ad essere attuate già a partire da questa stagione 2023/24 di Lega Pro.

Il presidente della Lega Pro ha sottolineato come si stia già lavorando per far sì che ci sia il VAR a partire da quest’anno in tutte le gare sia dei playoff che dei playout: “Stiamo lavorando per fare tutti i playoff e i playout con il VAR, 51 partite. È un impegno davvero importante e per questo ringrazio Gianluca Rocchi, con cui sto parlando per fare questo enorme sforzo. VAR anche in regular season? Per farlo devi avere un numero minimo di telecamere che sono 7, noi al momento non le abbiamo. È già stata fatta la proposta, anche se io non c’ero. Il progetto prevedeva un costo di 14 milioni di euro, e questo non è possibile al momento. Noi abbiamo 30 partite, non 10. Questa è una Lega che fa tre campionati in uno, abbiamo 1200 gare l’anno”.

Marani arezzo
Credit: Lega Pro

Lega Pro, la scorsa stagione il VAR a partire dalle semifinali dello Zaccheria e del Rigamonti-Ceppi

Avanza ancor di più dunque la tecnologia, pronta a toccare in modo ancor più importante il campionato di Lega Pro a partire da quest’annata 23/24. Nelle ultime due stagioni, il VAR è stata la grande novità dei playoff, anche se solo per 6 partite. Ovvero, in occasione delle semifinali e della doppia finale. Lo scorso anno, il VAR è entrato in scena a partire dall’11 maggio con le semifinali Foggia-Pescara e Lecco-Cesena, per poi protrarsi quindi nella finalissima tra lombardi e rossoneri. A partire da quest’anno dunque, come anticipato dal presidente Marani, tutti i match dei playoff e dei playout saranno caratterizzati con tutta probabilità dal VAR. Un’altra svolta epocale, a testimonianza della crescita di tutta la Lega Pro.