Da Totti e Florenzi alla Serie C: Scardina pronto al capitolo Fiorenzuola

L'attaccante è pronto ad un nuovo capitolo

Pergolettese
5 Luglio 2022

Redazione - Autore

Simpatizzavo per la Lazio, ma quando la Roma mi ha chiamato non ho avuto problemi ad accettare”. Parola di Filippo Scardina, nato a Roma nel 1992, che proprio con la maglia biancoceleste ha firmato il suo nuovo contratto con il Fiorenzuola. A comunicare l’acquisto ufficiale è stata la stessa società emiliana sul proprio sito. Nell’ultima stagione 30 presenze, 5 gol e 1 assist con la maglia della Pergolettese. L’ultimo, quello decisivo per la salvezza contro la Pro Vercelli. L’allenatore, Luca Tabbiani, lo avrà in rosa nel prossimo campionato di Serie C.

Da Totti e Florenzi, alla Serie C: il viaggio di Scardina

Romano di nascita e di sangue. Cresce nelle giovanili giallorosse, raggiunge la Primavera e poi anche la prima squadra. L’esordio è da sogno: gol al CSKA Mosca e 3-0 contro i russi. “Nemmeno capivo cosa stesse accadendo, ero solo un ragazzino che veniva dalla Primavera”, aveva rivelato Scardina a Gianlucadimarzio.com (leggi qui l’intervista). Gli insegnamenti di Totti e Florenzi. Emozioni quasi inspiegabili. Poi il passaggio a una realtà diversa: la Serie C. Una vita diversa che andava però accettata con gioia. L’esordio nel professionismo arriverà con la maglia del Como nella stagione 2010-2011. Per la sua strada poi Espera Viareggio, Gubbio, Poggibonsi e Alma Juventus Fano. Poi, due anni al Siracusa dal 2016 al 2018, con cui colleziona 67 presenze e mette a segno 13 reti insieme a 7 assist. Una vita gonfiando la rete e le due annate alla Pergolettese: 59 presenze, 11 gol e 3 assist il suo score.

Dalle perle di Totti alla Serie C. Un passo indietro? Non per Scardina. A volte sono più importanti le persone che i luoghi. E l’attaccante cresciuto per le vie della Capitale ha detto sempre di sentirsi “vivo” in tutte le squadre in cui ha giocato. Le cose vanno come devono andare. E la carriera del romano è scivolata liscia in questo modo, con degli aneddoti straordinari da raccontare, che rimarranno per sempre impressi nella sua memoria. Come gli allenamenti col capitano di sempre: “Allenarsi con Francesco è stato un privilegio – le sue parole a Gianlucadimarzio.com lui è esattamente come appare all’esterno. Un giocherellone, uno che fa ridere e che allo stesso tempo ha un carisma impressionante, da uomo squadra assoluto. Con me è sempre stato molto carino. E in allenamento dava dei palloni… Non avevi neanche il modo di pensare come fosse riuscito a farti arrivare quella palla. Uno spettacolo”.

pergolettese

“Bello di mamma” e attore a suo modo

Accompagnato sempre dalla passione e dalle persone più importanti della sua vita. Così è più semplice. E quel rapporto speciale con la madre, l’attrice Fiorenza Marchegiani. Così Scardina si era espresso teneramente su di lei: “Le mie gioie sono soprattutto le sue“. Adesso è lui l’attore protagonista, di una serie che è cominciata da un capitolo bellissimo e che è pronta a continuare. Sponda Fiorenzuola, a tinte rossonere.