Serata di verdetti in Serie B: l’Alessandria è la terza retrocessa

Dopo Pordenone e Crotone arriva il terzo verdetto

6 Maggio 2022

Redazione - Autore

Dopo Pordenone e Crotone, è arrivato un altro verdetto: è l’Alessandria la terza squadra a retrocedere in Serie C. Fatale la sconfitta casalinga per 0-1 contro il Vicenza in questa 38^ giornata di Serie B. Decisiva la rete di De Maio nel primo tempo, che ha consentito ai biancorossi di strappare un ticket per i playoff, togliendo invece il posto proprio all’Alessandria. All’ultima giornata, non ci sono punti di distanza dalla zona playout, ma gli scontri diretti sono proprio in favore del Vicenza. 

Non solo Alessandria: retrocesse anche Pordenone e Crotone

Dopo il verdetto arrivato all’ultima giornata di Serie B, che ha visto l’Alessandria condannata a scendere di categoria, è adesso completo il quadro delle squadre retrocesse direttamente in Serie C, in attesa dell’ultimo club che verrà definito dai playout. Anche Pordenone e Crotone faranno parte della Lega Pro dalla prossima stagione.

Il club friulano è stato il primo a retrocedere dalla Serie B lo scorso 18 aprile. Nel weekend di Pasqua, infatti, la squadra di Bruno Tedino perse la gara decisiva in casa contro il Benevento per 1-4, allontanandosi definitivamente dalla zona playout. La posizione è rimasta la stessa, dato che anche dopo la 38^ giornata di campionato il Pordenone risulta ultima in classifica a 18 punti, con la gara finale giocata proprio a Lecce e terminata sul risultato di 1-0, che ha regalato ai giallorossi la promozione in Serie A.

Diversa posizione ma stesso esito per il Crotone. Il club calabrese si è accodato al Pordenone lo scorso 25 aprile nonostante la vittoria per 3-1 contro la Cremonese. Anche per loro la posizione in classifica è rimasta la stessa fino a fine stagione. Nell’ultima giornata, il Crotone ha rimediato la sconfitta per 0-1 in casa contro il Parma, terminando il campionato con 26 punti. Adesso per loro, così come per l’Alessandria, sarà già tempo di guardare avanti, perché dall’anno prossimo faranno parte della Casa di C.