C Scouting: Il Vicenza ha trovato il ‘nuovo’ Mancini? Alessio, una macchina da gol

L'attaccante è in grande spolvero

Filippo Alessio Vicenza
14 Dicembre 2022

Redazione - Autore

Coetanei, fisico simile, ruolo uguale e lo stesso biancorosso addosso agli esordi. Filippo Alessio e Tommaso Mancini, due giocatori che a Vicenza conoscono bene. Il primo continua ad incantare e fa ben sperare, l’altro è arrivato a giocare con la maglia della Juventus tra Primavera e Next Gen. L’unica differenza? Il bottino. Se Mancini ha fatto vedere grandi cose a Vicenza, il suo collega di reparto sta facendo ancor meglio.

Chi è Filippo Alessio?

Filippo Alessio nasce il 24 dicembre 2004 a Montebelluna, in provincia di Treviso. 70 km di distanza da Vicenza, una distanza insignificante se paragonata alla sua passione per il calcio. I suoi primi passi in questo mondo li ha percorsi nella Bassano Virtus, società appartenente al territorio di Bassano del Grappa in provincia di Vicenza. Non troppo lontano da dove, poi, il destino lo ha portato. Un destino che, ad oggi, lo sta consacrando ad uno dei talenti più brillanti presenti tra le fila del Vicenza.

Il paragone con Tommaso Mancini è quello più insistente per Alessio, anche se il suo impatto con il mondo Vicenza è ben più stupefacente a livello di numeri. Da anni, ormai, veste il biancorosso e si è già tolto grandi soddisfazioni. Dall’under 17 passando per la Primavera, addirittura arrivando al primo gol tra i professionisti con la prima squadra. L’impatto del gioiellino classe 2004 è incredibile e sembra poter fare ancor meglio in futuro.

Filippo Alessio
Credits: L.R. Vicenza

Caratteristiche tecniche

Filippo Alessio gioca come punta centrale, ma può fare anche l’esterno sinistro d’attacco. È alto 187 cm e ha un fisico ben bilanciato. Può definirsi come il tipico rapinatore da area di rigore. Sotto porta è freddissimo e questo gli ha consentito di segnare tanti gol con le giovanili. Fa valere bene la propria fisicità, ritrovandosi spesso a fare a sportellate con gli avversari. È anche abbastanza rapido, una freccia in più all’arco di un giocatore che può già definirsi incredibile. Il bottino di questo inizio carriera, infatti, recita chiaro: sono 40 le presenze, con 23 reti e 4 assist.

Numeri incredibili, considerando che è riuscito a segnare anche la propria prima rete tra i professionisti in questa stagione. Ogni occasione che passa dai suoi piedi può praticamente dirsi pericolosa, con il Vicenza che sembra puntare fortemente su di lui. Pian piano si sta conquistando il proprio spazio, con la prima squadra che è già il suo posto fisso. Tante le punte a disposizione di Modesto, ma se lo spazio per far giocare Alessio c’è, vuol dire che il ragazzo vale e anche tanto.

Filippo Alessio Vicenza
Credits: L.R. Vicenza

Numeri stagionali

Che sia una macchina da gol lo dimostra anche la stagione in corso. Ormai può dirsi, in pianta stabile, un giocatore della prima squadra anche se ha iniziato il campionato giocando con la squadra Primavera. Con i giovani biancorossi ha collezionato 4 presenze, con 3 reti e 1 assist. La soddisfazione più grande, però, è arrivata con i ‘grandi’ del Vicenza: 6 presenze totali, 1 gol e 1 assist. La rete è arrivata in Coppa Italia, dove ha deciso il match contro la Virtus Verona. Un gol pieno di gioia, dato che è stato anche il primo tra i professionisti. Ce ne saranno sicuramente tanti altri, visto che Alessio sembra essere in rampa di lancio. L’attaccante è giovane, ma ci sa davvero fare.

DIBENEDETTO, IL MONOPOLI HA LA SUA STELLINA

A cura di Giuseppe Federici