Allegri: “Juventus U23 fondamentale per noi. Ecco la qualità di Miretti”

Le parole dell'allenatore bianconero

31 Maggio 2022

Redazione - Autore

Juventus U23 e Juventus “dei grandi”. Un connubio perfetto. Piano piano, il lavoro della squadra B dei bianconeri, nata nell’estate del 2018, sta portando i suoi frutti. Diversi i talenti che quest’anno sono passati in prima squadra. Un risultato di cui ha parlato anche Massimiliano Allegri. Intervenuto a “TeoreMax, la versione di Allegri“, in onda su Dazn, l’allenatore ha parlato dell’importanza della squadra di Zauli nella crescita dei giovani. 

Allegri: “Passaggio importante per la crescita dei ragazzi”

Allegri non ha dubbi sull’importanza della Juventus Under 23 nella maturazione dei giovani: “L’Under 23 è un passaggio molto importante per la crescita dei ragazzi, il distacco tra Primavera e prima squadra, soprattutto quando si parla di una grande squadra come la Juventus, è troppo ampio. Sono più pronti ma è un discorso che riguarda anche la prima squadra: quando vengono con noi, hanno un livello più alto e quindi riescono a tenere i ritmi fisici e tecnici, quindi anche l’allenamento della prima squadra non si abbassa di livello“. L’allenatore toscano ha infine elogiato ancora Miretti, che ha giocato 4 partite da titolare, indicandone una dote particolare: “Ha fatto 4 partite, buone, è stato molto bravo. La sua qualità è l’affidabilità“.

Miretti Juventus

I giovani della Juventus U23

Solo nel 2022 sono stati ben 5 i giovani che hanno esordito agli ordini di Massimiliano Allegri: Soulè, Akè, De Winter, Miretti e Palumbo. Tutti hanno dimostrato il loro valore, mettendo minuti nelle gambe al fianco di campioni del calibro di Dybala, Bonucci e Chiellini. Chi ha giocato più di tutti, è stato Miretti: 4 partite dal 1′ e una presenza in Champions League con il Malmoe. Insieme a lui, in quella gara decisiva per il primato del girone, anche l’esordio di De Winter.

de-winter-juventus-gdm-image

Per Akè la prima presenza era arrivata invece in Coppa Italia, nel match vinto 4-1 dalla Juventus, contro la Sampdoria negli ottavi di finale. Palumbo ha giocato pochissimi minuti nell’ultima sfida della stagione contro la Lazio. Mentre per Soulè, convocato anche dalla Nazionale Argentina, la gioia dell’esordio è arrivata nella partita contro la Salernitana.