Belotti e il suo passato in Serie C: dai gol con l’Albinoleffe alla fascia da capitano a Torino

Dai primi gol in Lega Pro alla sua storia in granata. Il futuro è tutto da scrivere.

3 Luglio 2022

Redazione - Autore

Un campionato europeo vinto nel 2021, la fascia di capitano del Torino e adesso uomo mercato in questa rovente estate del 2022. Andrea Belotti, il “gallo“, lascia dopo 7 anni la maglia granata, ringraziando la società e i tifosi per questi anni fantastici. Un giocatore che prima di disputare gare di alto livello ha fatto la sua gavetta: dal Palermo in Serie B con Dybala e Vazquez e prima ancora in Lombardia con l’Albinoleffe, società che ha lanciato il ragazzo. 

Belotti e quel primo gol a Livorno all’ultima stagione in B dell’Albinoleffe

Andrea Belotti oggi è accostato sempre al colori granata della maglia del Torino. Ma i primi gol del “gallo” sono con la maglia dell’Albinoleffe. Infatti, i suoi primi calci sono stati con la maglia bluceleste, attraversando tutta la trafila fino in prima squadra. La prima stagione da professionista per Belotti coincide con l’ultima in Serie B della formazione bergamasca. Il primo storico gol tra i “grandi” è all’Armando Picchi di Livorno, in una sfida salvezza persa dai ragazzi di Sandro Salvioni per 4-1. L’unico gol degli ospiti lo mette a segno proprio il giovane attaccante di testa all’incrocio dei pali su ottimo assist di Regonesi. 

L’exploit del “gallo” in Lega Pro

La Serie C, come si sa, è terreno fertile per tanti ragazzi futuri campioni, come in questo caso Andrea Belotti. Infatti, dopo la retrocessione dalla B alla Lega Pro per l’Albinoleffe, l’attaccante decide di restare in Lombardia nel 2013, al centro del progetto tecnico di Alessio Pala. 32 presenze in quel torneo e ben 12 reti contro squadre blasonate come Cremonese, Carpi, Trapani, Reggiana e Como. Numeri da capogiro per un ragazzino alla prima vera stagione da protagonista. “Ho legato moltissimo con tutti – dice ai microfoni del Corriere della Serain particolare con Mauro Belotti, oltre a Ondei e Pontiggia con cui sono cresciuto nel settore giovanile. Cerco di uscire sempre con i compagni per creare un’intesa pure lontano dal campo. E poi studio, quinto geometra. Quest’anno ho gli esami.” Poi la storia è ben nota a tutti con il suo arrivo a Palermo e poi al Torino divenendo capitano.

Dai gol in Serie C con l’Albinoleffe ora il futuro di Andrea Belotti è un’incognita, con il ragazzo pronto a sbarcare in una nuova squadra e a far esultare i tifosi come sempre ha fatto, come quella prima volta al Picchi di Livorno…

A cura di Federico Rosa