Benevento, pareggio al 94′ per 2-2: la carta vincente si chiama Kubica

Il Picerno si è fatto rimontare all'ultimo respiro dalla rete del polacco

16 Ottobre 2023

Redazione - Autore

La perseveranza nelle scelte ha premiato Matteo Andreoletti. Il pari odierno, agguantato in pieno recupero, contro il Picerno è arrivato grazie a Krszysztof Kubica, subentrato a Talia. Il polacco, a detto dello stesso allenatore, è stato messo in posizione più avanzata per aggiungere peso e centimetri nell’area lucana. Scelta azzeccata, visto il colpo di testa di Kubica che ha prodotto il 2-2 finale.

“Ha avuto difficoltà d’ambientamento, ma può darci tanto”

Il calciatore polacco è stato elogiato dallo stesso allenatore nel post partita: “Mi fa piacere per lui. Mi aspettavo che riempisse l’area e lo ha fatto. È un ragazzo che ha avuto difficoltà di ambientamento. Le sue prestazioni sono state altalenanti, da lui non mi aspetto la sufficienza come visto in Coppa Italia”. Proprio nel match di Coppa contro il Giugliano di undici giorni fa Kubica ha avuto l’opportunità di giocare titolare per la prima volta in stagione, dopo tre spezzoni di partita giocati contro Virtus Francavilla, Casertana e Brindisi; la prova del ragazzo però è stata deludente, tra errori tecnici e poca cattiveria. Certamente in questa annata Kubica sta avendo più spazio rispetto al suo primo difficile anno in Italia.

Il passato di Krszysztof Kubica

Nell’agosto 2022 il Benevento lo acquistò per oltre 1 milione di euro dal Gornik Zarbrze, dove era stato protagonista con ben 9 gol, giocando nel centrocampo a due. Le difficoltà di ambientamento appunto. Il calciatore polacco ha dovuto subito affrontare un infortunio al piede che lo ha tenuto ai box per oltre un mese, tra ottobre e novembre 2022; Kubica ha poi faticato ad adattarsi al ritmo e alla tattica del calcio italiano. La scorsa stagione per il classe 2000 si è chiusa quindi con sole 14 presenze, appena una da titolare. Il gol di oggi può segnare lo switch della sua avventura nel Sannio. Andreoletti ha spesso sottolineato le qualità del ragazzo. Viste le non perfette condizioni di Agazzi, Kubica potrebbe quindi seriamente candidarsi ad una maglia da titolare per la sfida esterna di sabato prossimo contro il Sorrento.

A cura di Oreste Tretola