Catania, aria di derby. Bouah: ”Con il Francavilla ci è mancato il gol”

Le dichiarazioni del terzino rossoazzurro

5 Dicembre 2023

Damiano Tucci - Autore

È sceso in campo con oltre un’ora di ritardo il Catania di Cristiano Lucarelli che si avvicina sempre più al derby contro il Messina in programma sabato 9 dicembre al Franco Scoglio alle ore 20:45. Difficile ipotizzare con certezza le tematiche trattate prima dell’ingresso sul terreno di gioco del Cibalino, anche se i segnali in vista della prossima sfida non sono di certo mancati. Non ha preso parte alla sessione di allenamento Samuel Di Carmine, intravisto a colloquio con il medico sociale per tutta la durata della seduta. Nessun problema per il numero 10 rossazzurro rimasto in panchina per un fastidio all’adduttore nel pareggio contro la Virtus Francavilla, solo prevenzione in attesa di ulteriori risposte dopo i positivi esami strumentali. Ottimi i segnali nella partitella post aerobico, specie da Mazzotta, Marsura e Sarao apparsi particolarmente lucidi sotto porta.

Catania, Bouah:”Zeoli ci dà una grande mano, con Lucarelli sento più fiducia”

È stato Devid Bouah a presentarsi in sala stampa al termine dell’allenamento pomeridiano. Il numero 13 del Catania ha commentato così il momento della squadra alla luce anche dello scorso pareggio interno. “Lavoriamo sempre bene in settimana, i gps dicono che corriamo tanto e stiamo tutti bene anche fisicamente. Contro il Francavilla ci è un po’ mancata la fase realizzativa perché creiamo tanto e dobbiamo cercare di concretizzare e fare gol subito”. Spazio poi all’inserimento di Michele Zeoli nello staff di Lucarelli. “Ci dà una grande mano -ha puntualizzato il terzino- conosce la storia di questa piazza e penso possa fare bene con il mister.

catania

Sul prossimo impegno, invece, il giovane rossazzurro è stato molto chiaro. “A Messina la gara non sarà semplice, giocheremo in trasferta e loro sono una buona squadra. Mi aspetto un avversario che parta subito forte, dovremo essere attenti e concentrati. Non è cambiato nulla a livello mentale perché veniamo da una delle migliori prestazioni in stagione e il risultato è stato bugiardo. Con il cambio di allenatore ognuno dà qualcosa in più e tutti vogliono farsi trovare pronti.”

Chiosa finale sul rendimento personale che, secondo lo stesso Bouah, ha bisogno di miglioramenti nonostante un inizio molto positivo. “Nel settore giovanile della Roma fino all’U17 ho sempre fatto l’esterno alto. La fase offensiva resta la mia caratteristica principale anche grazie alla corsa ma so di dover migliorare anche difensivamente e mi alleno giorno dopo giorno.”