Catania, pari che sa di sconfitta: nel finale via alla contestazione

Un gol di Kontek salva i rossazzurri dalla tredicesima sconfitta in campionato ma non evita il disappunto dei tifosi

3 Marzo 2024

Damiano Tucci - Autore

Netto passo indietro su tutta la linea per il Catania targato Cristiano Lucarelli che non riesce a dare seguito alla bella vittoria contro il Rimini e ottiene solo un pareggio nel match casalingo col Monterosi. Ospiti in vantaggio alla mezz’ora grazie all’ex Lazio Alessandro Rossi, abile a sfruttare una bella discesa di Eusepi. Positiva la prova dei biancorossi che resistono agli avversari e impegnano pericolosamente Albertoni in ripartenza. All’83’ un tiro al volo di Kontek salva i rossazzurri. La contestazione finale, visti i momentanei sei punti dalla zona playout e l’atteggiamento generale mostrato sul campo è però inevitabile.

credit: Catania FC

Catania, che doccia fredda: poche occasioni, tanti rimpianti

I fischi assordanti con i quali i 15.888 spettatori hanno accolto l’1-1 contro il Monterosi raccontano nel modo più completo possibile il momento psicologico del Catania. Il bel percorso in Coppa Italia Serie C infatti, non può cancellare agli occhi dell’ambiente un rendimento in campionato che vede i rossazzurri quattordicesimi, a sei lunghezze momentanee dalla zona playout. I soli 28 gol realizzati in 29 giornate dai siciliani fanno riflettere. Soprattutto alla luce di un reparto offensivo che include nomi importanti quali Chiricó, Costantino, Cianci e Cicerelli. Approccio morbido, mancanza di coesione, incapacità di rimontare situazioni di svantaggio, pochissime occasioni da rete (il primo tiro in porta è arrivato addirittura all’81’) : il refrain intorno al club di Pelligra è ormai sempre lo stesso, così come il dissenso manifestato dalla tifoseria. Solo la rete di Kontek su corner a firma Peralta e sponda di Curado all’83’ ha di fatto evitato il disastro. La sfida all’Avellino di mercoledì 6 marzo appare già fondamentale.

credit: Catania FC

Cuore Monterosi: così Scazzola sogna la salvezza

Terzo risultato utile consecutivo per il Monterosi Tuscia che, dopo i quattro punti conquistati contro Cerignola e Avellino, riesce a fermare il Catania di Lucarelli con una prestazione compatta, gagliarda e convincente. Importanti, a favore della formazione di Scazzola, le prestazioni targate Gavioli, Eusepi, Mbende e Scarsella. Il gol di Alessandro Rossi, poi, ha di fatto certificato la pericolosità della rosa, in grado comunque di dire la propria dal punto di vista caratteriale nonostante le difficoltà. I prossimi impegni tra Sorrento, Picerno, Crotone e Virtus Francavilla, sono appuntamenti cruciali per un gruppo che vuole assolutamente lottare per conservare la categoria.