Brindisi, vicepresidente Pozzessere: “Gli Arigliano sono pronti a lasciare il club”

Le dichiarazioni del vicepresidente del Brindisi sulla situazione societaria

2 Marzo 2024

Alessandro Affatato - Autore

In arrivo altre brutte notizie in casa Brindisi. Dopo la sconfitta, l’ennesima di questa stagione, con il Messina al Fanuzzi, il vicepresidente Damiano Pozzessere ha fatto il punto della situazione societaria. Si è soffermato, in particolare, sulla mancanza di risposte da parte dell’imprenditoria locale alla richiesta di aiuto lanciata dalla famiglia Arigliano. Di seguito le dichiarazioni.

“La famiglia Arigliano non ha più intenzione di proseguire”

Pozzessere, innanzitutto, si è soffermato sulla scelta fatta dalla famiglia Arigliano appunto: “Da due anni ricopro questo ruolo. Non ho nessuna quota societaria. Sono vicino agli Arigliano dall’inizio del loro progetto. Ho ascoltato tutte le vicissitudini che gravano sulla nostra società. La famiglia si è esposta pubblicamente qualche settimana fa dicendo che non ha più intenzione di continuare il progetto sportivo e che vorrebbe cedere il titolo del club. In quel momento, dal punto di vista personale, ho sentito il dovere di prendere in mano la situazione e dire anche il mio pensiero sulla vicenda“.

Pozzessere: “Sono ancora in attesa di nuove figure industriali”

Questa scelta non è dipesa da una mancanza d’amore per la squadra: “Amo Brindisi come la ama la famiglia Arigliano. Ho fatto tanto per questa squadra. Desidero per quelle che sono le mie possibilità cointinuare a sostenerla.” – ha dichiarato Pozzessere – “Personalmente faccio le cose con ponderatezza. Ho detto più volte che mi prendevo l’onere di cercare dei partner per rendere questo progetto sostenibile nell’immediato“. Ancora nessun incontro con possibile nuovi acquirenti: “Da quel momento in poi. non ho avuto grandissime risposte da parte dell’imprenditoria locale, che faccio fatica a incontrare. La mia è un’idea di calcio sostenibile. C’è la possibilità concreta di dare continuità a questo progetto. Bisogna immaginare il futuro di questo club. Sono ancora in attesa di queste figure industriali che possano incontrarmi per parlare di questo progetto sportivo, senza nessuna velleità“. 

brindisi crotone diretta tabellino

“C’è volontà di lasciare il Brindisi per dare un futuro sostenibile”

La società è quindi pronta a lasciare : “Arrivati a questo punto, le pretese sono veramente limitate. La volontà della famiglia Arigliano è di liberare il Brindisi Calcio, dando un futuro serio e sostenibile.” – ha dichiarato ancora Pozzessere – “Se avessero avuto fretta di cedere il Brindisi ci sarebbero state altre realtà che si sarebbero affiancate fin da subito“.