Coppa Italia Serie C, rinviata Fidelis Andria-Sudtirol: il comunicato ufficiale

La decisione della Lega Calcio dopo i 9 casi Covid nel Sudtirol

14 Dicembre 2021

Redazione - Autore

Ora c’è l’ufficialità. Dopo i 9 casi positivi al Covid-19 rilevati nel gruppo squadra del Sudtirol nella mattinata di oggi martedì 14 dicembre, la Lega Pro ha deciso di rinviare la partita. Dunque la sfida di Coppa Italia Serie C tra Fidelis Andria e Sudtirol in programma mercoledì 15 dicembre, sarà rinviata a data da destinarsi.

Serie C, designazioni arbitrali

Coppa Italia Serie C, ecco il comunicato ufficiale

Di seguito il comunicato ufficiale.

– dell’istanza presentata in data 14.12.2021 dalla società Südtirol;
– del provvedimento assunto dall’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige – n. protocollo KS-036, pervenuto in data odierna, nel quale “Considerate le circostanze evidenziate dalle indagini epidemiologiche finora svolte” viene disposta la “quarantena domiciliare per ogni componente del gruppo-squadra, con divieto assoluto di allontanamento dal domicilio”;

si dispone che la gara Fidelis Andria-Südtirol di Coppa Italia Serie C, in programma mercoledì 15 dicembre 2021, Stadio degli Ulivi, Andria, venga rinviata a data da destinarsi.

Pfaifer: “Muovere la squadra sarebbe pericoloso”

L’amministratore delegato del club Dietmar Pfeifer, ai microfoni del Corriere dell’Alto Adige, si era già mostrato molto preoccupato per il rischio concreto di focolai all’interno della squadra. “Dobbiamo capire in che condizioni saremo. Tutta la squadra ha rifatto i tamponi, è tutto un punto di domanda che dobbiamo affrontare di giorno in giorno. Domenica mattina, a Padova, i ragazzi si sono svegliati e stavano male e dunque abbiamo fatto dei test antigenici dove sono risultati positivi in due.”

Il problema è il fatto che i casi possono aumentare da un momento all’altro, come conferma Pfeifer. “Abbiamo informato tutte le autorità della situazione, la Lega ci ha detto che dovevamo presentarci allo stadio per giocare e così abbiamo fatto. Adesso attendiamo l’esito dei tamponi molecolari, ma temo ci siano altri casi nel nostro gruppo. In ogni caso informeremo l’Asl di Bolzano e la Lega per capire come dobbiamo comportarci. Il problema è che siamo in fase acuta quindi in qualsiasi momento possono venire fuori nuovi casi e muovere una squadra può diventare un pericolo.”