Giudice Sportivo, multa per il Brindisi dopo gli episodi durante la partita con il Monopoli

Il comunicato della Lega Pro

7 Marzo 2024

Redazione - Autore

La Lega Pro tramite un comunicato ufficiale diramato nella giornata di giovedì 7 marzo ha sanzionato il Brindisi per i fatti commessi dai propri sostenitori durante la partita contro il Monopoli. In particolar modo, per il club pugliese si tratta di un’ammenda generata dalla violazione delle norme di ordine e sicurezza. Di seguito la sanzione del Giudice Sportivo resa nota con comunicato ufficiale.

La sanzione del Giudice Sportivo: il comunicato

Di seguito, la nota diramata dal Giudice Sportivo nei confronti del Brindisi per i fatti commessi durante la partita contro il Monopoli valida per la 30esima giornata del campionato di Serie C:

AMMENDA € 4.000,00
BRINDISI

per fatti contrari alle norme in materia di ordine e di sicurezza e per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori, posizionati nel Settore Ospiti, integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’aver:
1. lanciato, dieci petardi, di cui otto sul terreno di gioco e due nel recinto di gioco, senza colpire alcuno ma, determinando, con tale condotta, un’interruzione della gara per quattro minuti dal 13° al 17° minuto e il danneggiamento di un LED pubblicitario;
2. lanciato, durante la gara, quindici fumogeni sul terreno di gioco e cinque nel recinto di gioco, senza conseguenze;
3. danneggiato venticinque seggiolini posizionati nel Settore loro riservato.
Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 6, 13, comma 2, e 25, comma 3, e 26 C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti, rilevato che la società disputava la gara in trasferta e che i fatti sopra indicati sono connotati da gravità, in quanto hanno provocato una sospensione della gara ed hanno rappresentato un rischio per l’incolumità dei tesserati e provocato danni al LED pubblicitario (r. Arbitrale, r. proc. fed., r. c.c., documentazione fotografica – obbligo di risarcimento danni se richiesto).