Giudice Sportivo, ammenda di 3000 euro alla Juve Stabia dopo la gara contro la Casertana

Il comunicato ufficiale

5 Marzo 2024

Redazione - Autore

Il derby campano tra Juve Stabia e Casertana è stato estremamente teso sia in campo che fuori. La sfida, terminata 1-0 in favore dei padroni di casa, ha lasciato strascichi anche fuori dal campo. Tre agenti feriti a causa degli scontri tra le due tifoserie, in un clima abbastanza acceso pure durante la partita. Il Giudice Sportivo ha emesso martedì 5 marzo la sentenza relativa ai fatti e invitato la Procura Federale a effettuare, nel più breve tempo possibile, accertamenti in ordine alla individuazione del Settore occupato dai tifosi della Casertana presenti alla gara in oggetto e posizionati nel Settore denominato Curva Ferrovia Settore Ospiti. In merito al comportamento dei sostenitori gialloblù solo un’ammenda di 3000 euro per la società.

Credit: Juve Stabia

Juve Stabia, il comunicato del Giudice Sportivo

Di seguito la nota ufficiale: Il Giudice Sportivo Sostituto, con riferimento alle risultanze della relazione redatta dei componenti della Procura Federale e del Commissario di Campo relativa alla gara in oggetto, riservato ogni provvedimento in ordine ai comportamenti tenuti dai tifosi della Casertana, invita la Procura Federale a effettuare, nel più breve tempo possibile, accertamenti in ordine alla individuazione del Settore occupato nelle gare casalinghe dai tifosi della società Casertana presenti alla gara in oggetto e posizionati nel Settore denominato Curva Ferrovia Settore Ospiti“.

AMMENDA 3.000,00 EURO JUVE STABIA: A) per fatti contrari alle norme in materia di ordine e sicurezza. Per fatti violenti commessi dai suoi sostenitori integranti pericolo per l’incolumità pubblica, consistiti nell’aver lanciato una bottiglietta d’acqua semipiena sul terreno di gioco. B) per avere, alcuni suoi sostenitori, posizionati in Tribuna centrale, attinto in tre diverse occasioni con numerosi sputi alla nuca e alla schiena il IV Ufficiale. C) per avere, i suoi sostenitori, per tutta la durata del secondo tempo, proferito frasi offensive nei confronti del IV Ufficiale. D) per non avere assicurato, al termine della gara, l’erogazione dell’acqua calda negli spogliatoi riservati alla Quaterna Arbitrale. E) per avere i suoi tesserati causato il ritardo dell’inizio del secondo tempo di un minuto, a causa dell’uscita ritardata dagli spogliatoi.”