Juventus U23, buona la prima per Brambilla. In campo anche Rabiot

I bianconeri vittoriosi nell'allenamento congiunto con il Fossano

Brambilla Juve U23
31 Luglio 2022

Redazione - Autore

La Juventus U23, dopo un soddisfacente campionato conclusosi ai quarti di finale dei play-off, si prepara a una nuova stagione. Mentre si aspettano i rientri dei ragazzi partiti con Allegri dalla tournée americana, la squadra guidata da Massimo Brambilla ha incontrato il Fossano in un allenamento congiunto a Vinovo. Il test contro la squadra piemontese militante nel campionato di serie D ha visto i bianconeri imporsi con un netto 4-0, dando al neo allenatore di Vimercate ottime sensazioni.

Rabiot

La partita della Juventus U23, in campo anche Adrien Rabiot

Un buon test che lascia sicuramente ottime motivazioni da cui proseguire per continuare la preparazione. La Juventus U23 è scesa in campo con Raina, Leo, Verduci, Barrenechea, Riccio, Poli, Sekulov, Zuelli, Pecorino, Lipari, Rabiot. A sbloccare l’incontro è Zuelli al minuto 28. Tantissime poi le rotazioni effettuate da entrambe le squadre all’intervallo. Brambilla, nel corso della ripresa, ha infatti mandato in campo anche Daffara, Perotti, Bonetti, Nzouango, Stramaccioni, Gozzi, Sersanti, Iocolano, Maressa, Cotter. I tre gol arrivati nella seconda frazione sono stati messi a segno da Sersanti al 10’, Cotter al 42’ e Iocolano su calcio di rigore al 45’.

Zuelli
Credits Martina Cutrona

Brambilla: “Ci sono aspetti positivi, ma dovevamo segnare di più”

Brambilla ha parlato così ai microfoni dei canali ufficiali della Juventus: “È stato un buon test dove sono emersi aspetti positivi e aspetti sui quali dobbiamo ancora lavorare, in linea con ciò che mi aspettavo. L’atteggiamento dei ragazzi è stato ottimo, ci hanno messo impegno e serietà e si è visto. Forse avremmo potuto segnare qualche gol in più, ma ci è mancata un po’ di precisione negli ultimi metri. Dopo due settimane di preparazione penso che la squadra sia a buon punto, ora bisognerà continuare così migliorando giorno dopo giorno sulle due fasi, di attacco e di difesa, per arrivare pronti alle prime gare ufficiali”.