Da Genova a Palermo, passando per la Toscana: la storia di Gregorio Luperini

Il centrocampista classe '94 è andato in gol nella vittoria contro il Taranto

31 Marzo 2022

Redazione - Autore

Uno dei mattatori del Palermo di Silvio Baldini è Gregorio Luperini, che ha deciso il delicato confronto contro il Taranto, vinto 5-2. Decisivo al 3’ e al 69’con una doppietta fondamentale per i rosanero nella corsa play-off. Una carriera tra B e C, con due tappe fondamentali: Genova e la Toscana. 

Un 2022 da protagonista a Palermo

Una stagione più che positiva per Gregorio Luperini in un Palermo in lotta per i play-off. Il sogno è tornare in quella Serie B che manca dal 2019, con 30.000 spettatori al “Barbera” per l’ultima di campionato contro il Cittadella. Ed è proprio il “Barbera” il palcoscenico preferito di Luperini. 4 reti e tutte in casa. La prima nel 5-0 rifilato alla Turris e la seconda all’ultimo respiro contro la Fidelis Andria, gara poi terminata 1-1. La miglior prestazione stagionale però arriva nel recupero contro il Taranto. La gara la sblocca proprio Luperini al 3’ e al 69’ si concede il bis siglando il momentaneo 4-1.

Una vita in Toscana, tra Pontedera e Pistoia

La Toscana è da sempre nel cuore di Gregorio Luperini, terra natale del centrocampista e parte fondamentale della sua carriera. Nel 2013 la sua prima squadra da professionista è il Pontedera guidata da Paolo Indiani, suo mentore nell’esperienza toscana. L’esordio è già alla prima di campionato nel derby contro il Grosseto, giocando gli ultimi 8 minuti di partita. Il primo gol in Serie C arriva nel 2014/15 proprio contro i biancorossi decidendo il match al “Mannucci”.

Luperini, poi, al gol si abitua. E lo sa bene lo stesso Indiani che lo ritrova anche a Pistoia. 96 gare giocate da protagonista con la Pistoiese e 17 reti da centrocampista in tre stagioni intense. Queste prestazioni non passano inosservate e il giocatore nell’estate 2019 passa al Trapani neopromosso in Serie B. La prima gioia stagionale è contro lo Spezia di Vincenzo Italiano, di fronte alla futura squadra vincente dei play-off e oggi grande protagonista in Serie A. Perugia, Pescara e Ascoli sono le sue altre “vittime” in un campionato che vedrà i siciliani retrocedere in C.

La Sampdoria con Falcone 

La carriera di Luperini parte da Genova. Dopo un inizio a Pisa, il centrocampista cresce nella Sampdoria. Un suo grande ammiratore è Fabio Paratici, che fin dalle giovanili segue con molto interesse il calciatore classe ’94. Partecipa a due edizioni del Torneo di Viareggio e nell’edizione del 2013 segna anche una rete nel 2-2 contro il Varese. Il portiere di quella Sampdoria era Wladimiro Falcone, oggi protagonista proprio con la maglia blucerchiata. Da Genova a Palermo, Luperini sogna e lotta con la maglia rosanero e il Barbera ormai sta diventando casa. 

A cura di Federico Rosa