Home » Novara, l’attesa è finita: a distanza di sette mesi i piemontesi tornano a vincere in Serie C

Novara, l’attesa è finita: a distanza di sette mesi i piemontesi tornano a vincere in Serie C

Credits: Novara FC

217 giorni dopo il Novara torna alla vittoria. Inseguito, bramato e quasi stregato ma alla fine è arrivato il primo successo per la squadra di Gattuso. La partita contro la Pergolettese è il riassunto perfetto di 7 mesi di assoluta difficoltà per gli azzurri. Ma è proprio nel momento di maggiore complessità che il Piola può finalmente tornare ad esultare. Il rigore al 95esimo di Rossetti è lo scacciapensieri da cui ripartire.

Il Novara, in rimonta, ritrova la vittoria

Minuto 95 di Novara Pergolettese: sul dischetto, per gli azzurri, si presenta Rossetti. Rigore perfetto, parte la festa. Il Silvio Piola può finalmente esultare. Il rigore realizzato dal numero 27 azzurro vale tre punti. Vale 7 mesi di lavoro per l’obiettivo del quotidiano lavoro: la vittoria. Una parola che a Novara non veniva pronunciata da troppo tempo. Una parola che per storia e recente passato iniziava a fare paura. Sembrava l’ennesimo pomeriggio di passione e rimpianti per la squadra di Gattuso, andata sotto al minuto 17 del primo tempo. Ma nella ripresa scatta qualcosa. Il Novara trova prima il pareggio con il rigore di D’Orazio e poi a completare la rimonta ci pensa Rossetti in pieno recupero. Due volte dal dischetto per rompere un lungo digiuno e respirare aria nuova. Il Novara, così, lascia alla Salernitana il primato di unica in Italia a non aver ancora associato il proprio nome alla parola vittoria in questa stagione. Una parola che a Novara tornano a saper pronunciare dopo 217 lunghissimi giorni. I tre punti di domenica oltre all’elevato valore simbolico e morale permettono al Novara di rilanciarsi anche in ottica salvezza. La squadra di Gattuso, ancora fanalino di coda, è distante un solo punto dal Fiorenzuola penultimo mentre diminuiscono a 7 le lunghezze dalla Pergolettese, prima squadra fuori dalla zona “calda” della graduatoria. Il rigore di Rossetti iscrive, finalmente, il Novara alla lotta salvezza. Ma, dati alla mano, c’è chi ha impiegato più tempo in Italia per trovare i tre punti:

  • 28 partite consecutive senza vittorie per l’ANCONA 2003-04

    Serie aperta la 1^ giornata del campionato 2003-04 e durata fino alla 28^ giornata del campionato 2003-04 (21 ko e 7 pari)

  • 28 partite consecutive senza vittorie per il VARESE 1971-72

    Serie aperta la 1^ giornata del campionato 1971-72 e durata fino alla 28^ giornata del campionato 1971-72 (17 ko e 11 pari)
Credits: Novara FC

Gattuso: “E’ una liberazione, ne avevamo bisogno”

La vittoria di domenica per il Novara potrebbe rappresentare la sliding doors del campionato. Una vittoria che rilancia la squadra di Gattuso e che, almeno momentaneamente, stabilizza la panchina del tecnico. Non è un caso che l’allenatore nel post partiti utilizzi la parola “liberazione” per descrivere vittoria e stato d’animo dopo il pomeriggio di passione del Piola. E’ una liberazione tornare a vincere dopo così tanto tempo. E’ una liberazione tornare a vedere i propri tifosi esultare e la classifica cambiare in positivo. Queste le parole di Gattuso:” “Una liberazione, perché intanto è bello vincere, vedere tanta genere al Piola così gioiosa è già motivo di soddisfazione. Sono tre punti importantissimi. Questa vittoria è finalmente arrivata, è stata sofferta. Ma è emozionante vedere questo stadio pieno di entusiasmo. Sono emozioni belle che condivido con la mia squadra, con i tifosi e con la società.”

E aggiunge: “Ne avevamo bisogno. Ai ragazzi nello spogliatoio ho detto che avremmo vinto. Sarò stato anche fortunato, ma è andata proprio così. Abbiamo perso punti quando meritavamo di più. Stavolta forse non era meritata, ma ci è girata bene“. Parole di grande soddisfazione ma soprattutto di grande liberazione dopo un lungo periodo di apnea. Domenica contro il Lumezzane dei grandi ex Caracciolo e Pesce serve dare continuità per ambire alla salvezza.

A cura di Gabriele Cascella