Prima compagni ora avversari: Mantova-Lumezzane è anche Possanzini-Caracciolo

Sfida tra ex compagni nel diciottesimo turno di campionato del girone A

15 Dicembre 2023

Alessandro Neve - Autore

Nella diciottesima giornata del girone A del campionato di Serie C al “Danilo Martelli” il Mantova affronta il Lumezzane. La prima della classe ha la possibilità di infilare la quarta vittoria consecutiva dopo il successo per 2-0 di Vicenza mantenendo così il vantaggio sul Padova. Gli ospiti, in caso di successo, salirebbero a 7 risultati utili consecutivi assaporando la zona play-off. Tuttavia il match è motivo d’interesse non solo perché vede scontrarsi due squadre in salute ma anche per l’incrocio tra due ex compagni ai tempi del Brescia ora in vesti diverse. Da una parte Davide Possanzini, attuale allenatore del Mantova capolista e dall’altra Andrea Caracciolo, presidente del Lumezzane.

La stagione del Mantova di Possanzini

Il Mantova è senza dubbio una delle sorprese del girone A. La squadra di Possanzini si trova meritatamente prima a quota 41 punti con 13 vittorie, 2 sconfitte e 2 pareggi. La forza dei mantovani è sicuramente un gruppo forte e unito, capace di associare ad un’ottima fase offensiva una buona difensiva: 33 sono le reti realizzate e appena 12 i gol subiti. A proposito di gruppo, il capocannoniere della squadra è Galuppini a quota 6 gol ma è da registrare la partecipazione in zona gol di altri 13 componenti, sinonimo di fiducia e perseveranza di tutti i giocatori. Stanno facendo molto bene altri calciatori. Brignani, difensore goleador a quota 5 gol in 15 partite con 2 sole ammonizioni. Antonio Fiori, centrocampista ventenne a quota 3 reti e 2 assist in 17 partite sta crescendo costantemente. Non manca poi l’esperienza di uno come Salvatore Burrai, centrocampista classe ’87 con 2 reti e 6 assist.

Crediti FC Lumezzane

La stagione del Lumezzane di Caracciolo

Seppur non ai livelli del Mantova anche il Lumezzane sta disputando un ottimo campionato. La squadra allenata da Franzini si trova all’undicesimo posto in classifica a quota 22 punti, a pari con Albinoleffe e Trento. 6 sono le vittorie, 4 i pareggi e 7 le sconfitte per una squadra altalenante ma in grado di mettere in difficoltà anche le “big”. 19 sono i gol segnati così come quelli subiti. I rossoblù erano partiti forte con 3 vittorie nelle prime 5 salvo poi arrestarsi con il Renate e attraversare un momento negativo in termini di risultati. Nelle ultime partite sembrano essersi però ripresi e ora cercano continuità. A guidare la squadra sono Cannavò e Spini a quota 3 reti ciascuno, di cui il primo condite da 2 assist mentre il secondo da 3 in 16 partite.