Reginaldo e il retroscena sull’arrivo alla Fiorentina: “Mi avevano già venduto e non lo sapevo”

Il racconto dell'attaccante riguardo il suo passaggio dal Treviso alla maglia viola

11 Novembre 2022

Redazione - Autore

È la stagione 2005/2006. Campionato di Serie A. Reginaldo sta vivendo la sua prima magica stagione nella massima Serie A con la maglia del Treviso. Una sorpresa e un sogno che continua ad essere realtà. È il vero grande protagonista di quella squadra insieme al suo compagno di reparto Barreto. I due si intendono a meraviglia e iniziano a guadagnarsi le attenzioni di diversi club. Una stagione importante a livello personale per Reginaldo che totalizza 31 presenze, 5 gol e 1 assist. Numeri e prestazione che gli permettono di passare in estate alla Fiorentina. Un trasferimento un po’ particolare, come raccontato da lui stesso ai nostri microfoni.

Reginaldo

Reginaldo e il passaggio alla Fiorentina: “A Treviso non giocavo e non capivo: mi avevano già venduto”

Reginaldo racconta così in diretta su Twitch il suo trasferimento in maglia viola dal Treviso: “Con la Fiorentina c’erano Pazzini, Toni, Mutu. Una volta, dopo esser tornato dal Brasile, era il compleanno di mia sorella. Mi hanno chiamato e mi hanno detto che dovevo firmare con la Fiorentina. Il mio ex procuratore mi voleva fare una sorpresa, litigai anche con il Treviso perché non giocavo, schieravano Acquafresca. Sapete perché? Ero stato già venduto alla Fiorentina tre mesi prima e non lo sapevo. Mi hanno avvisato all’improvviso e mi hanno detto di firmare. Non ci ho pensato due volte e ho firmato.”