Taranto, Capuano su Antonini: “In C è come vedere Belen fare la barista”

Le parole dell'allenatore

capuano taranto
3 Gennaio 2024

Redazione - Autore

Capuano allenatore del Taranto ha rilasciato un’intervista a Bresciaingol.it. Ha voluto parlare di Antonini. Il difensore classe 1998 era stato cercato dal Brescia. La formazione di Maran aveva individuato in Antonini un rinforzo perfetto per il mercato di gennaio. Ma il Taranto e Capuano non vogliono privarsi a metà campionato del brasiliano che ha anche presenze con le giovanili verdeoro.

taranto capuano

Taranto, Capuano: “Antonini per noi è incedibile”

Intervistato da Bresciaingol.it l’allenatore del Taranto Eziolino Capuano, che ha parlato di Antonini, il difensore cercato dal Brescia: Per noi è incedibile, come ha detto anche il nostro presidente. Questo è un giocatore che non c’entra nulla nemmeno con la Serie B e sono convinto, come ero convinto su Parisi, che sia un giocatore da Serie A, anche da Premier League. L’interesse del Brescia ci fa molto piacere perché si tratta di una grande piazza, ma sul giocatore c’è mezza serie B e pure qualche squadra di A. Non è un’operazione facile, a meno che il Brescia non dia il giusto valore al giocatore, che non sono le cifre che io sento in giro”.

L’allenatore del Taranto ha poi proseguito descrivendo le caratteristiche del calciatore: Si tratta di un ragazzo determinante ed eccezionale, uno dei più forti che abbia mai allenato, spesso fra i migliori in campo. Lo alleno da tanti anni ed è fra i primi cinque per serietà fra tutti quelli con cui ho lavorato. Se avessi una figlia femmina gliela farei sposare. Dal punto di vista tattico è un centrale da difesa a tre, che può giocare in una qualsiasi delle tre posizioni, è strutturato, fortissimo di testa, bravo con entrambi i piedi. In una difesa a quattro può giocare come centrale di destra. Se il Brescia dovesse riuscire a prenderlo farebbe l’affare della vita. In C è come vedere Belen fare la barista in un bar di Brescia, ma non ad un bar importante, ma uno di borgata”.