Catanzaro, Vivarini: “Taranto tappa molto difficile. La nostra crescita passa da partite così”

Le parole dell'allenatore alla vigilia della partita contro il Taranto

18 Febbraio 2022

Redazione - Autore

Sta volando il Catanzaro di Vincenzo Vivarini. Cinque vittorie consecutive che hanno proiettato la formazione calabrese al secondo posto in classifica del Girone C di Serie C. In vista del 28^ turno, che si giocherà sabato 19 febbraio, il Catanzaro sarà ospite del Taranto, formazione che tra le mura amiche non ha ancora perso in stagione. Si preannuncia quindi una partita intensa, tra due squadre che lotteranno fino all’ultimo per portare a casa i 3 punti.

 

Catanzaro, Vivarini presenta la partita col Taranto

L’allenatore del Catanzaro, Vincenzo Vivarini, ha quindi presentato la partita contro il Taranto parlando in conferenza stampa. “Ci siamo concentrati molto sul Taranto. Sarà una partita dura e molto intensa, contro una squadra che in casa non ha mai perso: questo è un dato che ci fa molto pensare. C’è da soffrire e stare molto attenti. Sappiamo che dobbiamo creargli dei problemi perché troveremo pochissimi spazi. Abbiamo però più soluzioni in fase offensiva. Contro la Paganese, ad esempio, qualche mese fa non saremmo riusciti a vincere. La squadra ha dimostrato maturità, sa spostare gli equilibri e creare spazi in fase offensiva”.

Tante gare ravvicinate e il rischio di un crollo fisico e mentale. Ma l’allenatore dei calabresi non fa trasparire troppa preoccupazione. “Abbiamo analizzato il dispendio di energie, che non è stato eccessivo. Contro la Paganese, per esempio, non abbiamo sprecato tanto a livello fisico. Martedì torniamo subito in campo quindi bisognerà preservare le energie. Mi preoccupa più la stanchezza mentale che fisica, ma ho parlato coi giocatori di questo per cui sono fiducioso.

Vivarini: “Ogni partita è decisiva”

Il Bari appare ancora lontano, ma se si vuole sognare in grande da qui fino alla fine i calabresi dovranno dare il massimo. “Da adesso fino a fine campionato ogni partita è da giocare come se fosse la più decisiva. Taranto è una tappa difficilissima da affrontare, dobbiamo spingere forte e giocare con intensità. La nostra crescita sta nel fatto di riuscire a superare partite così. Serve qualità: la qualità ti permette di riuscire a scardinare la difesa avversaria. Loro si difendono molto bene, sono bravi a compattarsi dietro, per cui dobbiamo sentirci stimolati nel fare una partita quasi perfetta. Sono fiducioso, abbiamo grosse possibilità di fare risultato.”

E’ evidente dai risultati, ma anche dalle prestazioni. La cura Vivarini sta funzionando, e il Catanzaro dimostra di crescere partita dopo partita. “In questo momento ci sono dei giocatori che devono dare aiuto a tutti. La squadra è cresciuta nella personalità: ho visto un miglioramento nell’andare oltre l’ostacolo, oltre le difficoltà. In tutti i reparti. Stiamo alternando giocate corte a giocate lunghe. Una squadra non deve avere un’unica soluzione, ma saper attaccare in tanti modi. Anche le individualità sono importanti. Contro la Paganese chi è subentrato ha dato qualità e un apporto importante. Non abbiamo solo 10 giocatori, ma ben 23/24: questo è un nostro punto di forza.