Virtus Francavilla, come è cambiata la squadra dall’arrivo di Occhiuzzi

28 Dicembre 2023

Redazione - Autore

Si è concluso con una sconfitta il 2023 della Virtus Francavilla. La società pugliese, infatti, ha perso in casa l’ultimo match dell’anno solare contro il Potenza. Il club, adesso, si trova in piena zona playout, a lottare per mantenere la categoria. Un avvio di campionato difficile per la formazione biancazzurra, che però ha ritrovato un importante entusiasmo da quando sulla panchina è arrivato Roberto Occhiuzzi. L’ex Cosenza, infatti, ha conquistato 5 punti in 5 partite (media di 1 a gara).

Cosa è cambiato con Occhiuzzi

L’arrivo di Roberto Occhiuzzi non ha dato sin qui i risultati sperati, ma ha sicuramente riportato nella piazza grande entusiasmo. Dopo i 5 punti conquistati nelle prime 3 uscite, ci sono state due battute d’arresto contro Juve Stabia e Potenza, ma i biancazzurri, dalla loro parte, avranno la pausa a disposizione per riposarsi e ripartire al meglio nel 2024. Dall’arrivo dell’ex Cosenza sulla panchina della Virtus, sono diversi i calciatori che hanno ritrovato fiducia (e spazio).

Nel reparto di centrocampo, Occhiuzzi ha leggermente modificato le gerarchie, inserendo nuovamente Francesco Carella stabilmente nella formazione titolare. Il classe 2001, arrivato a Francavilla nel 2019, è sempre partito titolare da quando è arrivato l’allenatore in Puglia e viaggia verso le 100 presenze tra i professionisti (ora è a quota 90). In attacco, invece, Occhiuzzi ha riscoperto i gol di Artistico (3 gol in 5 gare), Polidori e Giuseppe Giovinco (2 reti per entrambi dall’arrivo dell’ex Cosenza).

Occhiuzzi Olbia
Foto: Simone Giordano

I numeri in stagione della Virtus Francavilla

Archiviato il girone d’andata, adesso per i pugliesi è tempo di proiettarsi verso il futuro. 19 partite a disposizione della squadra di Occhiuzzi per ribaltare le sorti di un campionato fino a qui non positivo. 17 punti in 19 partite, con 19 reti segnate e 29 subite, non lasciano dormire sogni tranquilli. La prossima gara con il Picerno dovrà segnare un punto di svolta. L’ex Cosenza, da Carella a Polidori, potrà contare sui suoi uomini migliori per provare a fare punti al ‘Donato Curcio’.