Crisi Brindisi, l’appello del comune: “Arigliano ci consegni il titolo”

Il vicesindaco della città si è espresso attraverso i social

14 Febbraio 2024

Redazione - Autore

Attraverso i social il vicesindaco di Brindisi, Massimiliano Oggiano, ha inviato il presidente del Brindisi FC, Daniele Arigliano, a cedere il titolo sportivo della squadra nelle mani del sindaco della città. Sarebbe un atto simbolico, in quanto le Noif (norme organizzative interne Figc) prevedono ufficialmente l’interessamento della amministrazione comunale solo ed esclusivamente dopo un’eventuale mancata iscrizione. Di seguito l’appello via social del vicesindaco di Brindisi.

“Saremo sempre riconoscenti alla famiglia Arigliano. Adesso chiediamo un gesto d’amore per il Brindisi”

“La famiglia Arigliano, per quanto fatto per il calcio brindisino, si è meritata di diritto l’inserimento nel pantheon dei grandi personaggi della storia dello sport locale. La città tutta gli sarà sempre riconoscente per aver riportato la squadra di calcio nella lungamente agognata Serie C.
Quello che gli viene chiesto, adesso, è un ulteriore sacrificio per il raggiungimento di un bene più grande: il futuro del calcio a Brindisi. Per questo invito la famiglia Arigliano a compiere un grande gesto d’amore, ossia quello di consegnare simbolicamente il titolo sportivo nelle mani del sindaco, figura di garanzia istituzionale, affinché si possa giungere più agevolmente a una definizione positiva delle trattative in corso. L’ulteriore protrarsi dei tempi, infatti, potrebbe vanificare gli sforzi compiuti fino ad ora. Certo che la famiglia Arigliano farà ancora una volta gli interessi del Brindisi e di Brindisi, gli rivolgo un caloroso saluto e li ringrazio anticipatamente per quanto decideranno per il bene del nostro amato Brindisi FC🤍💙🤍💙 Forza Brindisi”