Carrarese imbattuta con Calabro: gli azzurri consolidano il terzo posto

Nono risultato utile consecutivo per gli Azzurri

6 Marzo 2024

Santo Romeo - Autore

Una grande Carrarese batte 3-2 in rimonta il Cesena, interrompendo la striscia positiva dei bianconeri che durava da ventotto giornate. Decisiva la doppietta di Panico e la rete di Schiavi nella ripresa. Grazie ai tre punti conquistati, gli azzurri raggiungono quota 56 in classifica e consolidano il terzo posto nel girone B, con quattro punti di vantaggio sul Perugia quarto. Dall’arrivo di Calabro, subentrato a Dal Canto, la formazione toscana è imbattuta con un ruolino di marcia eccellente – 21 punti frutto di 6 vittorie e 3 pareggi – e la possibilità di raggiungere il secondo posto non è ancora del tutto preclusa.

Carrarese
Credit: Carrarese Calcio 1908

Il racconto del match

Nonostante le assenze di De Rose, Kargbo e Corazza la squadra allenata da Domenico Toscano parte forte e sblocca il risultato al minuto 19′ con il solito Christian Shpendi. Il centravanti albanese approfitta dell’ottima verticalizzazione di Francesconi e di destro con un diagonale non lascia scampo a Bleve. Trascinati dai tifosi, i padroni di casa prendono le misure agli avversari e provano a reagire. Prima con la traversa colpita da Capello e successivamente con Panico che a ridosso dell’intervallo trova il goal del pareggio.

Al rientro dagli spogliatoi arriva l’episodio chiave del match. Ogunseye rimedia due cartellini gialli in tre minuti e lascia il Cesena in dieci uomini. Galvanizzata dalla superiorità numerica, la Carrarese prende campo e si portano sul doppio vantaggio con la deviazione di Schiavi sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al minuto 80′ Panico firma la sua personale doppietta. Il Cesena prova a riaprire la gara nel finale, ma è troppo tardi. Finisce 3-2, allo Stadio dei Marmi Quattro Olimpionici Azzurri può partire la festa per una vittoria importantissima.

Panico Carrarese
Credit: Carrarese Calcio 1908

Carrarese: lo Stadio dei Marmi Quattro Olimpionici Azzurri è un fortino

Quella con il Cesena è la sedicesima vittoria in campionato della squadra di mister Calabro, dodici delle quali ottenute in casa. Prima della capolista erano cadute nell’ordine Fermana, Via Pesaro,  Entella Chiavari, Ancona, Pescara, Spal, Lucchese, Torres, Olbia, Gubbio e Sestri Levante. Un autentico fortino per gli azzurri quello dello stadio dei Marmi Quattro Olimpionici Azzurri. Numeri alla mano, la squadra di Calabro ha conquistato 38 punti – secondo solo al Cesena in questa speciale classifica – dei 56 totali proprio nelle gare casalinghe, con uno score complessivo di 30 gol realizzati e solo 9 subiti.