Fiorentina a Cesena? Barone: “Uno schiaffo a tutto il popolo viola”

I lavori di ristrutturazione al Franchi, costringono la società viola a dover trovare un altro stadio

Barone
30 Dicembre 2023

Redazione - Autore

Soffia il vento della polemica tra il Comune di Firenze e la società viola. A gettare benzina sul fuoco, nelle ultime ore è stato il DG della Fiorentina Joe Barone che, ai microfoni del club, ha sottolineato tutta la propria amarezza: “Giovedì ho ricevuto una telefonata dal Comune, dove mi dicevano che avevano assegnato i lavori a una ditta. La Fiorentina deve trovare un posto fuori Firenze per giocare e questa è una mancanza di rispetto verso la tifoseria, verso la città di Firenze e la Fiorentina. Abbiamo sempre chiesto di rimanere a giocare al Franchi e adesso invece vediamo affogare la Fiorentina perché dovrà giocare fuori: questa non è una bella cosa”.

Barone: “Arrabbiati e amareggiati”

Tra le possibili soluzioni c’è anche lo stadio del Cesena nonostante la capienza di 20mila posti ai quali però bisogna sottrarre i quasi 5mila del settore ospiti: per una squadra con 17mila abbonati, è un problema. “Siamo arrabbiati, amareggiati. E’ bene che il popolo viola capisca questo messaggio: giocare fuori Firenze sarà molto difficile, per la parte sportiva, per i tifosi e per la parte di investimento del club. Anche per Rocco Commisso e la sua famiglia. E ancora non sappiamo i tempi di realizzazione. Questo non va bene, siamo molto amareggiati. E’ uno schiaffo a tutto il popolo viola. E’ un po’ di tempo che diciamo di essere preoccupati. Commisso l’ha scritto ai tifosi nella lettera di Natale e io lo dico adesso pubblicamente. Vediamo se il popolo viola si attiva per dare un messaggio al Comune che non ci vuole ascoltare. il Comune costringe la Fiorentina a giocare fuori: che sia a Modena, a Cesena o in un altro posto”.