Canonico: “Solo chiacchiere, il Foggia deve entrare prima nel cuore”

Le parole del vicepresidente rossonero

foggia canonico
30 Dicembre 2023

Santo Romeo - Autore

Giunto al termine il girone d’andata, per la serie C è già tempo di calciomercato. Tra le squadre che hanno maggiormente deluso le aspettative in questa prima parte di stagione c’è sicuramente il Foggia. I rossoneri occupano attualmente l’undicesimo posto con 25 punti, fuori dalla zona playoff. Tuttavia, prima della sosta è arrivata un’importante vittoria per 2-1 contro il Monterosi, la prima centrata dal nuovo allenatore Olivieri. Una vera e propria iniezione di fiducia per la squadra pugliese in vista della ripresa del campionato, in programma il 6 gennaio contro il Taranto.

foggia-monopoli
credit foto: Foggia Calcio, Antonellis

Canonico: “Se qualcuno vuole andare via, è il momento giusto per farlo!”

A “lagoleada.it” il vicepresidente Emanuele Canonico è intervenuto per fare il punto sulla possibile trattativa che riguarderebbe uno scambio con l’Avellino. In biancoverde Garattoni, in rossonero Falbo e Marconi: “Solo tante chiacchiere, come il discorso di tanti allenatori accostati al Foggia, non c’è mai stato nulla di vero. Il Foggia deve entrare prima nel cuore, quando si diventa tifosi si riesce a dare il 110%: chi non vuole sudare la maglia e mettere il cuore per la città che ci crede, deve andare via. Può essere chiunque, non parlo adesso di Garattoni: chi ha interesse e vuole andare via, è il momento giusto per farlo, lo faccia. Non ci faremo trovare impreparati. Il mercato estivo è stato pieno di colpi di scena: sono stati accostati miliardi di giocatori ma poi sono arrivati altri“.

“De Zerbi? Tornerà a Foggia“

Canonico si è successivamente soffermato su Roberto De Zerbi, ex rossonero e attualmente alla guida del Brighton in Premier: “Con De Zerbi l’anno scorso siamo stati un’ora al telefono. Lui tifa veramente Foggia, disse di essere onorato di aver ricevuto la chiamata. Sta facendo un percorso che è giusto debba fare: ora è al Brighton e sta facendo un ottimo lavoro, mi auguro che lui vinca tutto. Metto la firma che non oggi, tra dieci anni, tornerà a Foggia“.