Juve Stabia, altro successo contro il Taranto: quattro vittorie di fila mancavano da tre stagioni

Nel 2021 l'ultima volta in cui venne raggiunto questo rendimento

12 Marzo 2024

Gian Maria Abelli - Autore

Nel match valido per la 31esima giornata del girone C, la Juve Stabia vince per 2-1 contro il Taranto. Conquistati tre punti fondamentali per la promozione. La squadra di Pagliuca a 7 giornate dal termine è a +9 sul Benevento secondo in classifica. Un bottino considerevole, il più consistente nell’arco della stagione. Il successo contro i rossoblù, porta i campani ad avere 67 punti in classifica. Una prova di carattere, della capolista che batte un Taranto in forma; la squadra di Capuano era in striscia positiva da 8 turni.

Credit: Juve Stabia / De Lucia

Juve Stabia, nel 2021 l’ultima volta con questo score di vittorie

La quarta vittoria consecutiva in campionato non si vedeva dalla stagione 2020/21 in casa Juve Stabia. In quella annata fecero un filotto di vittorie contro Palermo, Turris, Viterbese, Paganese e Potenza. I gialloblù chiusero la regular season al quinto posto. Ai playoff si arresero al Palermo al secondo turno. L’obiettivo attuale per i gialloblù è replicare e superare le cinque vittorie consecutive del 2021, per mettere il prima possibile fine al discorso promozione. A 7 giornate dal termine e quindi con 21 punti a disposizione, la Juve Stabia deve conquistare 12 punti per tenere a distanza il Benevento momentaneamente secondo in classifica a -9 dai campani. Fra 4 giornate ovvero lunedì 8 aprile ci sara lo scontro diretto.

Juve Stabia Bellich
Credit Luigi de Lucia

Juve Stabia, i numeri in stagione

La Juve Stabia è la squadra ad aver collezionato piu clean sheet in Italia. Inoltre è la miglior difesa nei tre gironi di Serie C con soli 16 gol concessi. Se estendessimo il campo a tutti i campionati professionisti italiani solo l’Inter ne ha subiti meno (13). Anche l’attacco però sta dicendo la sua. Sono 45 i gol all’attivo. Praticamente tre reti segnati per ogni subita. Infatti, la squadra di Pagliuca timbra il cartellino dei marcatori una volta ogni 60 minuti; agli avversari, invece, serve quasi il triplo del tempo (171 minuti) per segnargli. Con questa media la Serie B non può che essere sempre più vicina.