La Juve Stabia non vince più

Difesa e tenuta mentale: cosa sta succedendo in questo 2024?

Juve Stabia Bellich
22 Gennaio 2024

Carmine Rossi - Autore

Un mese esatto, oggi. Era il 22 dicembre quando la Juve Stabia batteva 2-0 il Picerno mettendo le radici a quel primo posto nel girone C che significa promozione. Concluso il 2023 con 42 punti all’attivo e un vantaggio di 7 punti sulla Casertana e 8 sull’Avellino, sembrava che nessuno potesse fermare la rincorsa alla B delle “vespe”. Un mese dopo, dalle parti di Castellammare di Stabia si interrogano sul perché questa squadra non sappia più vincere.

pagliuca allenatore siena
Credit Lucchese 1905

Terzo pari di fila, ora l’Avellino è a -4

Nessuno smantellamento sul mercato, con la squadra che si è anzi rafforzata con gli arrivi di Mosti e Adorante, ma che nel 2024 è ancora a zero alla voce vittorie. Lo 0-0 casalingo contro il Giugliano (CLICCA QUI PER RIVIVERE LE EMOZIONI DEL MATCH) porta l’Avellino di Pazienza a -4 e lascia in eredità qualche interrogativo di troppo. Il pari interno contro il Monterosi nel primo appuntamento del nuovo anno il campanello d’allarme: da 2-0 a 2-2 con la rimonta degli ospiti in pieno recupero da ultimi della classe. Nel big match del Partenio, pochi giorni più tardi, situazione capovolta: sotto due volte, la Juve Stabia recupera il risultato al 92′ e porta a casa un punto che tiene a debita distanza gli irpini. Sforzo reso vano dall’ultimo segno X (il terzo consecutivo) contro il Giugliano.

Piscopo Juve Stabia

Juve Stabia, cosa succede alla difesa?

E se il reparto offensivo tiene il passo (pur non essendo la Juve Stabia tra gli attacchi più prolifici del girone con appena 3 gol in più messi a segno rispetto al Monterosi ultimo), la difesa nelle ultime tre uscite ha subito la quasi totalità delle reti al passivo nelle prime 19 giornate. La retroguardia dei campani, tra le meno perforate d’Europa, aveva chiuso il suo 2023 con appena 6 gol. Tre giornate più tardi, in ben 4 occasioni Thiam è stato battuto dai giocatori avversari: è questo al momento il dato che fa la differenza. La difficile trasferta sul campo del Potenza del prossimo 27 gennaio dovrà dare risposte immediate: un altro passo falso potrebbe compromettere quanto di buono fatto nelle prime 19 giornate.