Sport e tecnologia, Vulpis: “Inmatica può diventare un player importante”

Le parole del vice presidente della Lega Pro all'evento all'Università del Salento

Marcel Vulpis
28 Giugno 2022

Redazione - Autore

Il vice presidente della Lega Pro Marcel Vulpis è stato ospite di un evento realizzato da Inmatica all’Università del Salento. In collaborazione con il Lecce, la stessa società ha presentato il progetto “AI4SOCCER“. Un modo per utilizzare l’intelligenza artificiale e applicarla allo sport, nello specifico al calcio.

L’attività di questo progetto è focalizzata sul fornire dati precisi sui calciatori a staff tecnico e medico per studiare le relative performance. “Senza ricerca non c’è sviluppo” così Marcel Vulpis ha iniziato il suo intervento in conferenza.

Lega Pro, Vulpis: “Continueremo a investire sulla tecnologia”

Il vice presidente ha continuato collegando il progetto alla Lega Pro. Noi, come Lega Pro, abbiamo avuto un piccolo test, che si è collegata al progetto dell’US Lecce, perché Inmatica ha deciso di acquisire i diritti televisivi collegati a un pacchetto di match della Serie C. Credo che questa iniziativa sia molto significativa per il Sud Italia, che ha più bisogno di un maggiore supporto anche di tipo istituzionale”. 

Vulpis

Marcel Vulpis, vicepresidente della Lega Pro

Per Vulpis la tecnologia è fondamentale per crescere: “Quando il 12 gennaio 2021 è partita la nuova governance ho detto subito al presidente Ghirelli che si doveva andare sull’innovazione tecnologica. Continueremo a investire sul tema della match analysis”. Un progetto che può ridurre il gap con gli altri campionati sotto l’aspetto dei diritti Tv: “Io credo che Inmatica abbia la forza, l’intelligenza e la visione di scenario per entrare in questo mercato e per diventare uno dei player più importanti sul futuro della match analysis applicato allo sport. Io spero che, con aziende come Inmatica, l’abbinamento tecnologia-calcio diventi sempre più forte in questo paese perchè questo svantaggio nei diritti audiovisivi potremmo acuirlo a favore di campionati come la Bundesliga o Premier League, se non siamo veloci”. (QUI TUTTA LA CONFERENZA DI VULPIS)