Girone C, Potenza-Campobasso: tutte le curiosità sul derby rossoblù

Potenza e Campobasso si sfidano per dare uno strappo alla stagione. I lucani fanno punti (quasi) solo in casa, i molisani tra le migliori in trasferta

16 Dicembre 2021

Redazione - Autore

Due squadre in difficoltà con l’obiettivo di tirarsi fuori dalle sabbie mobili della zona retrocessione. Potenza e Campobasso si sfideranno nella diciannovesima giornata del girone C. E’ il momento di dare una sterzata al campionato.

Potenza, il Viviani frutta l’85% dei punti

Spesso si parla del fattore campo come uno dei punti a favore per conquistare l’intera posta in palio. Al sud e in piazze come quella lucana, questo aspetto acquisisce ancora più valore. Fino ad ora il Potenza ha conquistato 13 punti su 15 in casa. Solo due sconfitte tra le mura amiche, contro Messina e Virtus Francavilla. Uno score che, sommato ai punti messi da parte dalla squadra lucana, non permettono al Potenza di mettere la testa al di fuori dei playout. Un dato molto più positivo rispetto alle precedenti stagioni. Dal ritorno in Serie C, nella stagione 2018/2019, il Potenza si è attestata su una media del 56%. Lo scontro con il Campobasso è l’occasione per raggiungere i rivali e fare la voce grossa nella lotta salvezza.

Campobasso, fuori casa come le big

Tra le squadre specialiste nello strappare punti sui campi avversari è il Campobasso. I ragazzi di Cudini hanno conquistato 11 punti sui 18 totali lontano dal “Romagnoli”. Nella speciale classifica che conta solo i punti fuori casa il Campobasso occupa il settimo posto. Due su tutte le partite da ricordare. I blitz esterni con Monopoli e Turris. In particolare, i biancoverdi sono tra le tre squadre che hanno conquistato più punti in casa, così la vittoria per 3-2 del Campobasso acquista ancora maggior valore.

Credits Campobasso

L’altra faccia della medaglia: Potenza senza bomber, Campobasso con la difesa fragile

Tra le note positive però c’è anche qualche tasto dolente. Il Potenza non può contare su un vero e proprio bomber di razza. Nessun componente della rosa spicca per gol fatti. Ben cinque calciatori sono a quota due marcature, tra cui anche Costa Ferreira. L’ex Lecce e Virtus Entella avrebbe dovuto far fare il salto di qualità al centrocampo lucano, ma i tanti infortuni glielo hanno impedito. Sommando tutte queste difficoltà sotto porta matura il dato: i lucani sono il secondo peggior attacco del girone C. Dall’altra parte, il Campobasso risponde con il settimo attacco del torneo. I molisani possono contare sulle 7 reti di Mattia Rossetti. L’attaccante ex Catania è alla sua migliore stagione realizzativa da professionista. Un po’ più indietro, a 4 reti, c’è la rivelazione Tenkorang. Anche lui alla migliore stagione in Serie C, peraltro la prima della sua carriera. L’altra faccia della medaglia è la difesa. Il Campobasso è la squadra che ha subìto più gol dell’intera categoria con 34 reti incassate.

Il campionato è al giro di boa. Per Potenza e Campobasso è il momento di dare uno strappo alla stagione.

A cura di Raffaele Galasso