Vicenza, Vecchi: “Mi trovo in una piazza prestigiosa, voglio riconquistare la Serie B”

Le parole del neo allenatore biancorosso nella conferenza stampa di presentazione

Vecchi Vicenza
21 Dicembre 2023

Redazione - Autore

In casa Vicenza si è svolta la conferenza di presentazione del nuovo allenatore Stefano Vecchi alla presenza del presidente Rosso, del dg Seeber e del ds Matteassi. Dopo la pesante sconfitta di Trento per 4-1 il club biancorosso ha deciso per l’esonero di Diana, con Vecchi ufficializzato nella giornata di mercoledì 20 dicembre. Per l’ex Inter Primavera, quella in Veneto sarà la terza esperienza di fila in C da allenatore dopo quelle con Sudtirol e FeralpiSalò.

Vecchi: “Vicenza non si può rifiutare, ci sono i presupposti per vincere”

Il neo allenatore del Vicenza Stefano Vecchi ha anzitutto ringraziato la presidenza, sottolineando l’importanza di una piazza come quella biancorossa: “Ringrazio il Presidente e la società. Non si può rifiutare Vicenza, perché è una piazza prestigiosa, che trasmette passione, e che non c’entra niente con questa categoria. Mi piacerebbe fosse un punto di arrivo per me, perché a Vicenza mi piacerebbe ottenere i risultati che negli ultimi anni mi hanno permesso di salire di categoria. In questi due giorni, ho avuto la sensazione che la società metta a disposizione dell’allenatore e della squadra, tutto quello che serve per vincere e anche di più. Questo non deve essere un alibi, perché ieri sentivo dire che qui è tutto bello e poi i giocatori si siedono”.

Vecchi Inter
Vecchi ai tempi dell’Inter

L’ex FeralpiSalò evidenzia la sua voglia di vincere e ciò che serve alla squadra: “Le cose che mette a disposizione la società, sono cose che servono per vincere e qui ci sono tutti i presupposti per poterlo fare. Voglio riconquistare la categoria che purtroppo mi ha bocciato. È evidente che non sarà facile, ci sono magari poche possibilità quest’anno di poter arrivare a questo obiettivo, perché io sono uno che ha i piedi ben piantati per terra. Bisogna cercare di raggiungere la posizione in classifica migliore, per poi poterci giocare il sogno, l’obiettivo, nella lotteria che è quella dei playoff. Se in questo percorso saremo bravi e si riuscirà a costruire un rapporto di fiducia con la società, con l’ambiente, con i tifosi, ma anche se non si riuscisse ad arrivare quest’anno, ce la metteremo tutta per alimentare quest’obiettivo, perché spero che si costruisca qualcosa per poterci riprovare“.

Vicenza, Vecchi: “Spero di creare le basi per poter vincere subito”

Stefano Vecchi esalta poi la sua nuova squadra: “Vicenza non può ragionare, in Serie C, da squadra che vivacchia e finisce una stagione, noi veniamo qui e io sono qui perché vogliamo costruire qualcosa, perché anche nel calcio le idee e anche un po’ il coraggio, ti sostengono nei momenti difficili e questo è un momento difficile. Spero di riuscire qui a Vicenza, come ho fatto negli ultimi anni a Bolzano e a Saló, a trasmettere quella mentalità che serve per far bene in questo campionato e al tempo stesso poter creare le basi per poter vincere subito o comunque creare le basi per poter costruire qualcosa di importante”.

Vecchi FeralpiSalò
Credit: Martina Cutrona

Infine, sui tifosi e sugli obiettivi: “Questa è una piazza dove non si può dire “aspettiamo, abbiamo pazienza”, giustamente i tifosi vogliono vedere tutto subito, perché comunque ci mettono grande passione e vorrei dire che la stessa passione e lo stesso impegno cercherò di metterlo io con il mio staff, che si crei appunto questo legame di fiducia, che si possa costruire qualcosa, come ho fatto negli ultimi anni a Bolzano e a Saló che sono realtà logicamente piccole, però credo ci sia tutto ciò che serve per fare quello che ho fatto da altre parti. L’obiettivo è di fare una partita alla volta per raggiungere la posizione migliore di classifica”.