Foggia, Cudini: “Fino a due settimane fa avevamo l’obiettivo di salvarci. Ora non solo”

Le parole dell'allenatore rossonero

1 Marzo 2024

Redazione - Autore

Il Foggia di Mirko Cudini si prepara alla trasferta del Ciro Vigorito contro il Benevento. Dopo la sconfitta contro la Turris alla 25esima, sono arrivate ben tre vittorie di fila per i rossoneri. L’ultima contro il Crotone di Silvio Baldini, 2-1 in rimonta grazie alla doppietta del 2002 Alessandro Silvestro. Adesso sfida al Benevento secondo in classifica. L’asticella si alza. Ne ha parlato Cudini nella consueta conferenza stampa pre-gara.

Cudini Foggia

Foggia, Cudini: “Queste sfide si preparano da sole”

L’allenatore è partito parlando della gara che attende ai suoi: Non sono state affatto partite abbordabili, soprattutto in una situazione delicata, in cui tutti vanno alla ricerca di punti. Siamo stati bravi a rendere le partite accessibili. Andiamo a Benevento con una classifica che delinea bene i valori in campo ma proveremo a giocarcela, anche perché siamo in un momento di fiducia. Ci andiamo a giocare la partita, come abbiamo fatto all’andata. Aldilà delle classifiche è una partita importante da affrontare con lo spirito giusto. Il Benevento ha tutte le carte in regola per agguantare la promozione diretta, certo molto dipenderà dalla Juve Stabia però la qualità della rosa a disposizione è da primi posti. Se la può giocare fino alla fine. Le corde da toccare prima di queste partite sono poche. Sono match che si preparano da soli con un avversario importante e in uno stadio importante“.

Poi, Cudini ha fatto su chi ci sarà e chi no per la trasferta: “Perdiamo Ercolani per squalifica e Carillo, oltre a Rizzo che è ancora out. Recuperiamo però Di Noia. Abbiamo soluzioni, nonostante le assenze in difesa, e sarà l’occasione per tanti di mettersi in mostra, come già hanno fatto“. L’allenatore dei rossoneri ha fatto poi una panoramica generale sul momento dei suoi: Vogliamo dare continuità a noi stessi. Aldilà del modulo non deve cambiare la nostra volontà di essere aggressivi e propositivi. Uscire da Benevento con un risultato positivo sarebbe sintomo di grande continuità e ci darebbe grande certezze e una grande spinta per la sfida col Picerno che si prospetta altrettanto difficile. Di partita in partita l’obiettivo sembra possa cambiare, fino a due settimane fa eravamo rammaricati e sembrava che potessimo ambire solo alla salvezza. Ora sembra che siamo pronti ad ambire ad altro. Ma non è così, per meritarci altri obiettivi dobbiamo andarceli a prendere.

Credit: Foggia Calcio

“Non è facile fare scelte perché in allenamento tutti stanno facendo bene”

Continua così Mirko Cudini alla viglia del big match contro il Benevento: “Chi è rimasto ha dato grande disponibilità e stanno mettendo a disposizione appieno le loro caratteristiche. Non è facile fare scelte perché in allenamento tutti stanno facendo bene e col giusto atteggiamento. C’è un giusto mix tra vecchi e nuovi e tra di loro c’è una giusta competizione. Segniamo di più perchè sono cambiate le caratteristiche dei giocatori. Ci sono singoli che stanno facendo la differenza e alcuni gol se li sono inventati, aldilà dello schema fatto. Noi abbiamo bisogno di questo e anzi vogliamo che altri valori inespressi vengano fuori. Schenetti? Non voglio essere ripetitivo ma per noi è un giocatore importante come esperienza e qualità. Ci sta dando una mano, ci garantisce diverse soluzioni e sono contento di quello che ci sta dando. Può partire dall’inizio o può subentrare ma sicuramente sono contento del suo atteggiamento come quello di tanti altri“.