Pescara, Zeman: “Tifato Juve fino al ’74, poi il gol di Schillaci in fuorigioco mi ha fatto capire”

Le parole dell'allenatore boemo in vista del match contro la Next Gen

zeman pescara
7 Gennaio 2024

Redazione - Autore

Il Pescara di Zeman si prepara alla sfida contro la Juventus Next Gen. Quarto posto a -3 dalla Carrarese, con l’allenatore boemo che in conferenza stampa ha fatto il punto della situazione: “Plizzari se la sente di giocare, durante la pausa non siamo riusciti a lavorare come volevo tra covid, febbre e infortuni. Spero possa bastare quello che abbiamo fatto. Due mancini come Di Pasquale e Mesik in difesa possiamo vederli, ma c’è anche Staver. Il play? Squizzato e Dagasso sono quelli che lo interpretano meglio“.

pescara zeman

Pescara, Zeman: “Se li facciamo giocare ci fanno neri”

Nessun dubbio sulla Juventus Next Gen: “Grandi talenti, sono più giovani di noi. Tecnicamente sono tanto validi. Non dobbiamo farli giocare. Se li facciamo giocare ci fanno neri, li dobbiamo aggredire. La loro classifica è bugiarda. Mercato? Sono contento di quello che ho, i miei non si sono espressi come volevo e possono migliorare. Tommasini ha parlato con me. Lui vuole restare, a me sta bene. Secondo il direttore ha 10 offerte. Vediamo come finirà“.

merola pescara
Credit: Massimo Mucciante – Pescara Calcio

“Mai visto il Pescara che vorrei”

Per Zeman l’obiettivo in questo girone di ritorno è fare meglio, considerando che “nel girone di andata non ho mai visto il Pescara che vorrei“. Poi un’analisi sui singoli:Di Pasquale a Foggia era un giocatore importante. Qui ancora non dà soddisfazioni, in allenamento percepisco questo ma spero possa fare bene. Mi aspettavo di più da lui. Vergani? Non è colpa sua. Ha sofferto fisicamente all’inizio e poi non è facile trovare i ritmi partita. Abbiamo il terzo attacco della C. Per fare più gol dobbiamo giocare più di squadra. Tunjov è forte in tutto, però si assenta troppo. Se tifo Juve? Sì ma fino al ’74. Poi nel ’91 Schillaci mi fece gol in fuorigioco. In quell’occasione ho capito tante cose”.